Published On: Mer, Feb 12th, 2020

L’agonia di una città

Share This
Tags

di MARCELLO VALENTINO – Parma 2020, siamo arrivati fin qui con un’amministrazione a dir poco scandalosa ed eravamo partiti da una trionfale vittoria del movimento 5 stalle con un pizza che da lì a poco si era trasformato in rotta… rotta di collisione con Grullo e con il movimento, e poi dopo un po’ con l’espulsione dello stesso. Poi l’inversione di tendenza con la genuflessione all’unione industriale e non solo, fino alla conversione con il PD, ovvero il partito del governo senza mai essere stato eletto, ma che bella trovata… Ma facciamo un passo indietro e torniamo al debito pubblico dei parmigiani? Che fine ha fatto? Una domanda logica ma alla quale Pizza rotta non ha mai risposto, chissà perché. Oggi, a distanza di quasi dieci anni l’enfasi della città della cultura… senza cessi… ma che problema c’è? basta pisciare per strada, o no? Ma cosa dico, Parma è piena di centri commerciali, un cesso si troverà di sicuro, altrimenti si farà di necessità virtù e andremo tutti in municipio a chiedere “pisciospitalità”. Una pisciatina non si nega a nessuno. Caro topogigio, tu che ne dici? Un’onda anomala si sta per abbattere sulla città, un’onda maleodorante, non sarà mica pipì? Ma dai, è solo cacca, ma come si può proclamare Parma città capitale della cultura e non avere un solo cesso per fare una bella cagata, questa sì che è una vera cagata. Sindaco, dove sei, ci sei? se ci sei, perché non batti un colpo o per meglio dire una… Mamma mia, ma dove siamo capitati, per fortuna che i cinesi hanno qualche impedimento, altrimenti sai che casino. Ma andiamo avanti, adesso anche l’Ascom è contro il Mall, perché dicono che così muoiono tutti i piccoli commercianti e la città si svuota e i negozi di vicinato spariscono e così anche la loro associazione. Ammazza oh, solo adesso se ne sono resi conto. Dopo il Centro Torri, l’Euro torri, 3 Esselunga, 5 Conad, 3 Lidl, 2 Sigma e altre decine di insegne di centri commerciali questi si son svegliati e dicono finalmente basta… che velocità….. Ma nel frattempo la città è agonizzante, la speranza è che prima o poi qualcuno la salverà, ma chi? e quando? Ho paura che andando di questo passo la città della cultura non andrà da nessuna parte, anche se mi auguro un miracolo e che all’improvviso salti fuori quel vecchio coniglio sepolto nel cilindro di un mago inesistente che rimetta tutto a posto… campa cavallo che l’erba cresce. Alla disperata ricerca di una poltrona per sedersi comodamente, ma, ahimè, non se ne trova una neanche a pagamento, sono tutte occupate e alle prossime elezioni ce ne saranno ancora meno; l’aria che tira è abbastanza funesta e non rimane molto tempo per attaccarsi a qualche carretto vincente, ma ce la farà? Un gran brutto momento sta attraversando il “partito” dei Sindaci, ma noi siamo pazienti, attendiamo. Prima o poi finirà anche l’attesa e finalmente tutto ritornerà come è iniziato. Ricordati, polvere eri e polvere ritornerai.

 

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Video Zerosette