Published On: Gio, Apr 9th, 2020

Coronavirus, oltre un milione e mezzo di casi nel mondo | L’Ue chiude le frontiere esterne fino al 15 maggio

Share This
Tags

Negli Usa quasi 420mila casi: i morti salgono a 14.262. Picco di vittime in Gran Bretagna. LʼOms allʼEuropa: “Non è tempo di allentare le misure”. Verso una app europea per tracciare gli spostamenti

Sono oltre un milione e mezzo le persone contagiate dal coronavirus nel mondo, mentre i morti sono arrivati a 87.706. Gli Stati Uniti restano il Paese più colpito dall’emergenza con 419.975 casi confermati dall’inizio della pandemia e 14.262 vittime. Lo Stato di New York ha registrato 779 nuovi decessi in un solo giorno, il dato più alto dall’inizio della crisi.

In Gran Bretagna, dove migliorano le condizioni del premier Johnson, si registra un nuovo picco di vittime, 938 in 24 ore, mai così tante. Anche in Spagna il numero dei morti è tornato a salire, 757 in un solo giorno. Nonostante il dato non rassicurante, il paese iberico si starebbe preparando a una graduale riapertura. “Al momento non possiamo dare nulla per scontato”, ha detto il ministro delle Finanze e portavoce del governo, María Jesús Montero in un’intervista al canale televisivo Antena 3, ma dopo il 26 aprile potrebbe iniziare “la de-escalation” e i cittadini potranno “gradualmente” tornare al loro stile di vita normale “in modo ordinato”.

 

In Europa i morti dall’inizio dell’epidemia salgono a oltre 60mila. Numeri ai quali il direttore regionale dell’Organizzazione mondiale della sanità per l’Europa, Hans Kluge, reagisce lanciando un monito: “La strada da percorrere è ancora lunga” e “i progressi fatti sinora sono estremamente fragili”. Insomma, non è il momento di allentare le misure restrittive. E la stretta della Commissione europea non si fa attendere, con la decisione di posticipare la chiusura delle frontiere esterne al 15 maggio. Da Bruxelles arriva anche la richiesta agli Stati membri di mettere nero su bianco entro il 15 aprile una “cassetta degli attrezzi” per allineare le app nazionali che serviranno a tracciare la diffusione del contagio e guidare le strategie per la graduale uscita dalla quarantena.

 

I fari dell’Organizzazione mondiale della sanità sono puntati anche sull’Africa. Il numero dei casi nel continente ha infatti superato la quota dei 10mila, causando più di 500 morti. Mentre il virus è stato lento a raggiungere l’Africa, rispetto ad altre parti del mondo, le infezioni sono cresciute in modo esponenziale nelle settimane recenti e continuano ad aumentare. “Il Covid-19 ha il potenziale non solo di causare migliaia di morti, ma anche di portare devastazione economica e sociale”, ha detto Matshidiso Moeti, direttrice dell’Oms per l’Africa.

fonte tgcom24

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Video Zerosette