Published On: Gio, Nov 19th, 2020

Scontri a Berlino durante manifestazione no mask

Share This
Tags

In migliaia in strada mentre si discute la legge sulla protezione della salute, che è stata poi approvata

Contro la riforma sono scese in strada migliaia di persone, che protestano a Berlino, in una manifestazione che ha visto anche degli scontri con la polizia.

Dopo il Bundestag anche il Bundesrat (la camera dei Land) ha approvato la riforma della legge sulla protezione della salute (Infektionsschutzgesetzt). Dopo la firma del presidente della repubblica federale Frank-Walter Steinmeier, la legge potrà entrare in vigore.

La polizia di Berlino ha usato gli idranti per disperdere la manifestazione nella capitale tedesca contro le misure anti-Covid. Migliaia di persone sono radunate davanti nella zona della porta di Brandeburgo e nelle vicinanze del Bundestag.

Sono oltre 100 i fermati finora a Berlino, nell’ambito delle proteste in corso contro le misure anti-covid. Lo ha affermato una portavoce della polizia, intervenuta più volte con gli idranti per sciogliere il corteo, a causa del mancato rispetto delle regole sul distanziamento e la mascherina. La manifestazione è ancora in corso: le forze dell’ordine stanno cercando di scioglierla, ma questo può avvenire soltanto procedendo “lentamente, e non in modo marziale”, secondo la stessa portavoce, che ha sottolineato che per strada, nella calca, ci sono anche molti bambini.

Mentre fuori dal Bundestag erano in corso le dimostrazioni dei negazionisti del virus, contro le misure di contenimento per il coronavirus, alcuni di loro si sarebbero intrufolati di nascosto all’interno del Parlamento, apostrofando e filmando i deputati e ministri, e cercando di entrare negli uffici di alcuni di loro. E’ quanto riportano Dpa e Tagesspiegel. “Persone introdotte di nascosto nel Bundestag hanno cercato di penetrare negli uffici di singoli parlamentari” ha scritto via twitter la capogruppo del Spd Katja Mast. Si tratta di persone che indossavano il badge ‘ospiti’, quindi erano stati introdotti da qualcuno di interno all’assemblea o all’amministrazione. Secondo Tagesspiegel, benchè le misure di sicurezza fossero state rafforzate dal presidente dell’assemblea Wolfgang Schaeuble, le persone sarebbero state autorizzate tramite l’ufficio di un parlamentare dell’Afd. “Quello che è successo non è una sciocchezza” ha detto il deputato della Cdu Michael Grosse-Brömer “minacciare deputati e impedir loro il libero esercizio del loro mandato scardina i fondamenti della democrazia”.

fonte ansa

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Leggi Zerosette online

Edizione dal 25-11 allo 08-12-20




Video Zerosette