A sparare sarebbe stato un uomo che, dopo essere fuggito, si è ucciso

Tragedia a Licata, nell’agrigentino, dove quattro persone, tra cui un bimbo di undici anni e un ragazzo di 15, sono state uccise per una lite familiare scoppiata in un appartamento nella zona periferica di via Rieti. A sparare sarebbe stato un uomo che, come apprende l’Adnkronos, dopo avere ucciso i quattro familiari si è ucciso. Il suo corpo è stato trovato per strada agonizzante e sarebbe morto in ambulanza. Indagano i carabinieri. A dare l’allarme sarebbe stata la moglie dell’assassino che ha avvisato i carabinieri. L’uomo in un primo momento avrebbe voluto costituirsi ma poi ha deciso di suicidarsi.

RIPRODUZIONE RISERVATA
© COPYRIGHT ADNKRONOS

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *