Lo stop per 13 membri del governo britannico di fronte alla posizione “ostile” di Londra nei confronti di Mosca

 

alternate text

Guerra Ucraina, la Russia ha vietato l’ingresso nel paese al primo ministro britannico Boris Johnson e altri membri del suo governo, di fronte alla posizione “ostile” di Londra nei confronti di Mosca.

Oltre a Johnson, il ministero degli Esteri russo ha vietato l’ingresso nel Paese anche alla ministra degli Esteri Liz Truss, al ministro della Difesa Ben Wallace e ad altri 10 membri del governo. Nella ‘lista nera’ anche l’ex primo ministro Theresa May.

Di seguito gli altri ministri ‘banditi’ dalla Russia “in considerazione delle azioni ostili senza precedenti del governo britannico, in particolare l’imposizione di sanzioni contro funzionari russi”, si legge in una nota del ministero degli Esteri di Mosca, nella quale si anticipa che la lista sarà ampliata.

Dominic Raab, vice premier

Grant Shapps, ministro dei Trasporti

Priti Patel, ministro dell’Interno

Rishi Sunak cancelliere dello Scacchiere

Kwasi Kwarteng, ministro dell’Energia

Nadine Dorries, ministro della Cultura e del digitale

James Heappey, sottosegretario per le Forze armate

Nicola Sturgeon, premier scozzese

Suella Braverman, procuratore generale

Theresa May, ex premier

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA
© COPYRIGHT ADNKRONOS

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *