Ungheria fuori dalla crisi. Ecco come ha fatto…

Ungheria fuori dalla crisi. Ecco come ha fatto…

Identità, principi nazionalisti, sovranità: Budapest diventa un esempio Spesso abbiamo parlato di “ricetta ungherese” per uscire dalla crisi. Una ricetta tutta identitaria, senza rompere con l’Europa (cosa ben diversa dalla Troika) e saldamente legata a principi tradizionalisti, solidaristi e sovranisti, senza cadere in inutili nostalgismi o folclorismi da baraccone. L’Ungheria inoltre non può essere considerato […]

Leggi tutto
 Segnali di ripresa per il commercio in Italia

Segnali di ripresa per il commercio in Italia

Primi segnali positivi dal settore commercio dopo mesi di stagnazione dei consumi che hanno massacrato i negozi in attività e tagliato gli addetti: secondo gli ultimi dati dell’Osservatorio Confesercenti, per la prima volta dal 2012 tra maggio e giugno 2013 si è tornati a registrare un saldo positivo tra chiusure e aperture di esercizi commerciali […]

Leggi tutto
 Il punto di rottura

Il punto di rottura

di MASSIMILIANO PARENTI – Non c’è problema – ha detto qualcuno – ne usciremo, la crisi avrà una fine. I ristoranti sono pieni. Non si riesce a prenotare un volo decente se non con molto anticipo. In Italia c’è lavoro, basta essere positivi, la crisi è solo psicologica. Non esiste, è nella nostra testa, come […]

Leggi tutto
 “Zero tasse per chi assume”: la ricetta di Alfano per la ripresa

“Zero tasse per chi assume”: la ricetta di Alfano per la ripresa

Zero tasse per gli imprenditori che assumeranno disoccupati. Questa è una delle misure che il Pdl vorrebbe far rientrare nel piano di governo per dare avvio alla ripresa. Un provvedimento che, però, dovrebbe essere accompagnato dalla cancellazione dell’Imu e dal mancato aumento dell’Iva. “Se queste azioni funzioneranno noi potremmo avere una bella speranza per la […]

Leggi tutto
 Italia, Fmi lancia l’allarme disoccupazione

Italia, Fmi lancia l’allarme disoccupazione

Secondo il Fondo monetario internazionale l’economia italiana continuerà ad arrancare anche nel 2013: dopo il -2,4% che ha segnato il 2012, il Pil di quest’anno conoscerà una flessione dell’1,5% per tornare sopra la linea di galleggiamento nel 2014 quando – secondo le stime – dovrebbe crescere dello 0,5%.

Leggi tutto