Per rispetto della privacy, non rivela i nomi dei positivi nè specifica se si tratti di giocatori o membri dello staff. I positivi sono comunque asintomatici. Gli allenamenti, spiega il Colonia sul suo sito, proseguono ” secondo le misure di controllo dell’igiene e delle infezioni che sono state messe in atto dal 6 aprile nella formazione di gruppo. Il prerequisito per questo è che il gruppo di persone venga ulteriormente testato, come indicato nel protocollo medico definito dalla Lega calcio”.

La procedura, sottolinea il club, è stata discussa ancora oggi col il presidente della task force federale, il professore Tim Meyer, direttore medico dell’Institute for Sports and Preventive Medicine dell’Università del Saarland University e con la professoressa Barbara Gärtner, specialista in microbiologia ed epidemiologia delle infezioni. “I rischi, con questo protocollo, sono ridotti rispetto alla fase iniziale – ha detto il professor Meyer – Siamo in contatto costante con le autorita’ sanitarie, e siamo convinti di poter consentire ai giocatori di svolgere la loro attivita’ con la miglior protezione possibile”. “Il nostro protocollo – aggiunge l’ad del Colonia, Horst Heldt – si dimostra valido per reagire con soluzioni individuali: la salute dei giocatori e’ al primo posto”.

fonte repubblica.it