Published On: Mar, Ott 13th, 2020

Coronavirus, Allarme in Francia e in Gran Bretagna

Share This
Tags

Lockdown a Liverpool, chiusi pub e palestre

In Francia la nuova stretta che il governo francese sta studiando per Parigi e la regione dell’Ile-de-France, dove i contagi aumentano in modo esponenziale, è una restrizione serale alla circolazione, in pratica un coprifuoco sul modello di Berlino e Francoforte. Lo scrive il settimanale Le Point, citando fonti del Consiglio dei ministri. I ministri si riuniranno martedì in Consiglio di difesa all’Eliseo attorno al presidente Emmanuel Macron, per un vertice che inizialmente era stato previsto per mercoledì, subito prima dell’intervento televisivo a reti unificate del presidente, sede ideale per eventuali annunci di restrizioni.

Il 17% dei test nell’Ile-de-France, la regione di Parigi, “risultano positivi, è un dato che non avevamo mai raggiunto”. Lo ha detto il direttore dell’ARS, l’agenzia regionale di Salute, Aurélien Rousseau, intervistato da RMC-BFM-TV. “Oggi, a Parigi, tra le persone che hanno tra i 20 e i 30 anni, abbiamo oltre 800 casi positivi su 100.000, la soglia d’allerta è cinquanta. Soprattutto, da tre giorni, ed è questo l’allarme che lanciamo, queste cifre aumentano molto rapidamente tra gli anziani. Questo significa che c’è passaggio tra le generazioni ed è questa la nostra maggiore preoccupazione”, ha proseguito, aggiungendo che attualmente sono 473 i malati da Covid-19 in rianimazione. 100.000 i test antigenici resi disponibili nell’Ile-de-France.

In Germania data “la forte crescita” dei nuovi contagi nei Paesi confinanti, come la Francia, il ministero degli Interni tedesco non esclude più la reintroduzione dei controlli di frontiera, anche se si preferirebbe evitarli: è quanto ha detto un portavoce del ministero di Berlino in conferenza stampa di governo. Ne riferisce Dpa. Con la quarantena e l’attuale regime di test “cerchiamo di mettere in sicurezza il possibile senza dover prendere in esame altre misure ai confini”, ha detto il portavoce degli Interni Steve Alter. La scorsa primavera, la repubblica federale aveva reintrodotto i controlli ai confini con diversi paesi confinanti, sospendendo di fatto la libera circolazione prevista dalla convenzione di Schengen.

In Inghilterra in questo momento ci sono più persone ricoverate in ospedale per il Covid 19 che prima dell’adozione del lockdown a marzo. Lo ha reso noto il direttore dell’Nhs, il servizio sanitario nazionale, Stephen Powis, secondo quanto riporta la Bbc. Powis ha rilevato che si registra un forte aumento dei ricoveri tra gli over-65, in particolare gli over-85. Liverpool sarà inserita al livello più alto nel sistema di lockdown illustrato dal premier Boris Johnson: vietati gli incontri nelle case e tutti i pub e i bar saranno chiusi. Inoltre saranno chiusi palestre, centri ricreativi, negozi di scommesse e i casinò.

La Cina lancia una campagna di 5 giorni per completare i test di massa sul Covid-19 su gli oltre 9 milioni di residenti della città portuale di Qingdao, nella provincia orientale di Shandong, dopo il rilevamento accertato domenica di sei casi di coronavirus, saliti a 9 secondo i media locali, e di 6 asintomatici. Le infezioni sono state collegate al Qingdao Chest Hospital, in base a quanto riferito in una nota dalla Commissione sanitaria municipale, secondo cui 5 distretti saranno passati al setaccio in 3 giorni e l’intera città “entro 5 giorni”.

In Messico, una donna di 54 anni è risultata la prima persona ad essere stata infettata sia dal Covid-19 che dal virus H1N1 (chiamata influenza A in Francia nel 2009). Lo hanno riferito le autorità sanitarie locali. “La donna soffriva di malattie autoimmuni, con una storia di cancro e obesità, oltre a malattie polmonari croniche”, ha detto Jose Luis Alomia, direttore dell’Epidemologia presso il Ministero della Salute. I medici hanno definito le sue condizioni stabili. Il Messico è il quarto paese più colpito dalla pandemia, con 83.781 morti e circa 817.503 contagi, secondo gli ultimi dati ufficiali.

Il Giappone supera i 90.000 casi, una cifra che comprende i 700 casi registrati sulla Diamond Princess, la nave da crociera ancorata nella baia di Yokohama nei primi mesi dell’anno. Secondo i dati più recenti delle autorità mediche nazionali, la somma complessiva dei decessi nel Paese ammonta a 1.643, con Tokyo che rimane la prefettura con il più alto numero di infezioni, a quota 27.700. Nelle ultime settimane le positività nella metropoli di 14 milioni di abitanti non hanno superato in media le 200 unità giornaliere, e il governo metropolitano ha abbassato il livello di allerta a 3 su una scala di 4, a indicare ‘vigilanza costante con il rischio di un aumento delle infezioni’.

fonte ansa

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Video Zerosette