Sindaco e Assessore Alinovi chiedono certezze sull’apertura dell’infrastruttura.

Nuovo.ponte.Navetta.w.jpg

Il Sindaco, Federico Pizzarotti, e l’Assessore ai Lavori Pubblici, Michele Alinovi, chiedono certezze circa i tempi di apertura del nuovo ponte della Navetta a 6 anni dall’alluvione del torrente Baganza, e ad oltre un anno dalla posa dell’impalcato del ponte stesso.

E lo fanno scrivendo alle autorità competenti (lettera allegata), in questo caso il Provveditorato alle Opere Pubbliche di Bologna, e, per conoscenza, anche al Presidente della Regione, Stefano Bonaccini, ed alla Ministra delle Infrastrutture, Paola De Michele.

Nessuna vena polemica ma la volontà di denunciare una situazione divenuta insostenibile, nel corso del tempo, e per fornire i dovuti ragguagli agli interrogativi che tutta la città si pone.  

Alinovi dichiara: “Abbiamo chiesto al Provveditorato alle Opere Pubbliche di Bologna, che sta realizzando, per conto del Ministero delle Infrastrutture, in accordo con Regione e Comune, il ponte, di darci tempi certi in merito all’apertura dell’infrastruttura, visto che, a fronte dei ritardi accumulati, la situazione non è più plausibile, anche nei confronti dei cittadini di Parma che, legittimamente, ne reclamano l’inaugurazione e noi con loro. Non si comprende, infatti, come questa opera, a un anno dal varo, sia ancora chiusa. La lettera non vuole, dal nostro punto di vista, avere un tono polemico ma chiede semplicemente chiarezza su un tema che è caro a tutti noi”.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: