Salgono le terapie intensive ed i ricoveri. De Micheli: ‘Dall’Avvocatura oggi esposto contro Pfizer’. Gli uffici del commissario che lo hanno confermato

Sono 8.561 i nuovi casi di Covid in Italia nelle ultime ore, per un totale, dall’inizio dell’emergenza, di 2.475.372. L’incremento delle vittime, invece, è di 420, che porta il numero complessivo ad 85.881 In base ai dati del bollettino del ministero della Salute, gli attualmente positivi in Italia sono 491.630, con un calo di 7.648 rispetto a domenica. Dall’inizio dell’epidemia sono invece 1.897.861 i pazienti dimessi o guariti, con un incremento nelle ultime ore di 15.787.  Sono due le regioni che hanno più di mille nuovi casi di Covid registrati nelle ultime ore: si tratta della Lombardia, con 1.484 casi individuati, e dell’Emilia Romagna (1.164). Seguono la Sicilia (885), il Lazio (874) e la Campania (754).

Sono 143.116 i test per il coronavirus (molecolari e antigenici) effettuati in Italia nelle ultime ore. Ieri, secondo i dati del ministero della Salute, erano stati 216.211. Il tasso di positività continua lievemente a salire ed è ora al 5,98% (era al 5,3%). Salgono ancora i ricoveri in terapia intensiva e tornano a crescere anche quelli nei reparti ordinari. Sono 2.421 i pazienti ricoverati in terapia intensiva, 21 in più nel saldo tra entrate e uscite rispetto a ieri. Gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute, sono 150. Nei reparti ordinari sono invece ricoverati 21.424 pazienti, in aumento di 115 unità rispetto a ieri.

“Gli uffici del commisario ci hanno confermato e comunicato che l’Avvocatura dello Stato farà un esposto contro Pfizer, perché è del tutto evidente che il piano vaccinale che avevamo programmato insieme all’Ue va rispettato”. Lo ha detto la ministra delle infrastrutture e trasporti Paola De Micheli a ‘Oggi è un altro giorno’ su Rai 1.

“E’ ovvio che la verifica se il problema è legato alla produzione o se è legato al fatto che queste dosi sono state vendute altri paesi, è una verifica che è in corso, ma noi non ci possiamo permettere come né italiani, e il Governo e l’avvocatura faranno l’esposto, né come europei che i contratti non vengano rispettati. C’è in gioco talmente importante per la vita degli italiani che non ci fermeremo di fronte a nulla”, ha detto De Micheli.

Intanto il portavoce della Commissione Ue, Eric Mamer, sui ritardi annunciati da Pfizer e AstraZeneca dice che “non cambieremo gli obiettivi” di copertura vaccinale dell’80% della popolazione vulnerabile e del personale medico entro marzo e del 70% della popolazione entro l’estate.

E Moderna fa sapere che testerà una dose aggiuntiva di richiamo del suo COVID-19 Vaccine (mRNA-1273) per studiare la capacità di aumentare ulteriormente la risposta immunitaria contro le varianti. In totale quindi le dosi da utilizzare, una volta conclusa questa sperimentazione, diventerebbero 3.

L’Italia è tra i Paesi Ue con alcune zone che diventano ‘rosso scuro’, la nuova colorazione per le aree europee ad alto rischio Covid.

fonte ansa

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: