Il Comune di Parma rende omaggio a Bernardo Bertolucci, a ottant’anni dalla sua nascita, con una serie di iniziative dedicate al grande maestro del cinema, scomparso nel 2018.

Alle ore 11.30 in piazza Garibaldi nella facciata del Palazzo del Governatore verrà scoperto uno stendardo con cui la città di Parma, nel giorno del suo compleanno, vuole riportare l’attenzione sul profondo rapporto che ha legato Bertolucci alla sua città natale.

“il nostro sogno sarebbe stato quello innanzitutto di festeggiare questo compleanno con Bernardo presente, proprio lui che era stato a capo del Comitato Parma Capitale Italiana della Cultura” ha detto l’Assessore alla Cultura Michele Guerra nel momento inaugurale in piazza “Figura culturalmente e artisticamente di riferimento per la nostra città, che lo avrebbe festeggiato con una festa importante, con ospiti internazionali. Non ci è stato possibile, ma ci siamo impegnati, al massimo delle possibilità consentite dall’emergenza, per onorare questa giornata importante”.

Alle ore 17.30 sul canale YouTube Città di Parma si terrà l’incontro dal titolo “Il mistero Bertolucci” una conversazione tra Gabriella Palli Baroni e Michele Guerra a partire dalla pubblicazione dei rispettivi libri “In cerca del mistero” (ed. Garzanti) e “Il mistero del cinema” (ed. La Nave di Teseo – in edicola dal 15 marzo per le iniziative editoriali di Repubblica). Nella raccolta delle poesie “In cerca del mistero” scritte da Bernardo durante gli anni dell’adolescenza e della giovinezza, pubblicata per la prima volta nel 1962 da Longanesi e oggi da Garzanti in una nuova edizione curata da Gabriella Palli Baroni arricchita di undici testi inediti, trovano spazio la famiglia, le donne amate, i colli parmigiani e i piccoli eventi della quotidianità, in un’ambientazione intima e immaginifica che già contiene tutto il talento e tutta l’espressività di uno dei più grandi protagonisti del nostro cinema. Nel testo inedito “Il mistero del cinema” scritto in occasione della laurea honoris causa ricevuta dall’Università di Parma nel 2014, Bernardo Bertolucci ricostruisce la sua autobiografia artistica, tra cinema e memorie private. Il volume, nato dalle pagine trovate dalla moglie di Bertolucci Clare Peploe, è curato da Michele Guerra.

Dalle ore 19.30 alle ore 20 i cinema d’essai cittadini – Astra, D’Azeglio e Edison accenderanno le insegne e le luci dei cinema, simbolicamente, come omaggio al maestro e come segnale di speranza per tutti.

Infine, per tutta la giornata di martedì, grazie alla mediapartership con Sky su http://video.sky.it/arte e sui canali social di Parma 2021 sarà trasmesso gratuitamente il documentario “Bernardo Bertolucci ‒ Parma è stata il cinema” in cui viene messo in luce il complesso e sfaccettato legame del regista con la sua città natale. Il documentario andrà in onda alle 20.30 anche su 12 Tv Parma.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: