37.700 firme già consegnate al Comune di Parma e altre raccolte: giovedì in Piazza Garibaldi non c’era nessuno a cui consegnarle. Si tratta della Petizione SALVIAMO L’ARIA DI PARMA, del gruppo Parma A Dimensione Umana. Un grido di aiuto in 6 punti agli amministratori locali per risolvere uno dei tanti disastri ambientali e atmosferici causati dall’uomo: l’inquinamento dell’aria in Pianura Padana.

Parma A Dimensione Umana rappresenta ormai quasi 38.000 cittadini italiani (il numero è in continua crescita) che sono preoccupatissimi per la salute di tutti gli abitanti della Pianura Padana, la regione con la peggiore qualità dell’aria d’Europa. Il problema non si risolve solo agendo su di una città ma Parma potrebbe dare il buon esempio, potrebbe diventare la prima città con un progetto importante di sensibilizzazione, informazione e cura dell’aria. I cittadini hanno il diritto di sapere cose c’è nell’aria che respirano, da dove viene e che danni può provocare alla loro salute. Inoltre è fondamentale spiegare loro cosa fare per interrompere questa tendenza, per salvare vite (solo a Parma 212 ogni anno) e garantire ai nostri bambini un futuro di ossigeno e non di polveri sottili. Il grido d’allarme non è un atto di accusa verso l’Amministrazione Pizzarotti, ma un segnale per avviare un processo inedito di consapevolezza per trovare insieme le soluzioni che sono già tutte sui tavoli di lavoro di mezza Europa.

D’ora in poi tutti i giovedì alle 18 il comitato tornerà sulla scalinata del Comune a consegnare altre firme nella speranza che la  Petizione e la Campagna di sensibilizzazione vengano accolte come inizio di un percorso condiviso per tutelare finalmente con azioni concrete la salute delle persone che vivono in un’area ad altissimo rischio di malattie cardiovascolari, patologie respiratorie e tumorali.

PETIZIONE lanciata il 7 marzo 2021

Da Parma Dimensione Umana (rete di 64 associazioni e realtà del territorio)

In particolare chiediamo di:

1. Redigere o pubblicizzare (se esistono già) obiettivi al 2025 e al  2030 finalizzati alla riduzione dell’inquinamento dell’aria, con resoconti di valutazione ogni 6 mesi.
2. Proporre agli istituti scolastici di organizzare percorsi formativi sul tema della qualità aria.
3. Ogni giorno rendere note sulla Home Page e sui canali social gestiti dal Comune di Parma le rilevazioni delle centraline Arpae sulla qualità dell’aria della città.
4. Ogni mese informare la cittadinanza sui risultati ottenuti e le azioni finalizzate alla riduzione delle polveri sottili (nuovi alberi, costruzione piste ciclabili, edifici efficienti,  ecc.), quantificando la riduzione presunta di inquinanti nell’aria, fornendo un rigoroso resoconto dei livelli di inquinamento derivante dalle principali fonti (trasporti, industrie, riscaldamento, aeroporto, inceneritore, allevamenti ed aziende agricole).
5. Ogni anno promuovere la “festa dell’aria”(spunti per il titolo: “ARIAdiFESTA” / “ARIAinFESTA”), una giornata dedicata a  questo primario bene comune; agli approfondimenti e allo scambio di esperienze; ai nuovi progetti, a quelli in formazione e in atto, con le valutazioni del bilancio annuale circa gli obiettivi al 2025 e al 2030 previsti.
6. Affiggere uno o più striscioni in città (sul modello di quello già approvato per Giulio Regeni) per sensibilizzare l’opinione pubblica sui rischi dell’inquinamento dell’aria.

Per raggiungere l’obiettivo abbiamo bisogno dell’aiuto di tutti, scriveteci a: parmadimensioneumana@gmail.com

Parma Dimensione Umana è formata dalle seguenti realtà:

Manifattura Urbana, WWF Parma, ADA Associazione Donne Ambientaliste, Legambiente Parma, Art Lab, Fridays for future Parma, Mamma Trovalavoro, Fruttorti Parma, No Cargo Parma, Slow Food Parma, Respiro Libero, Tuttimondi, Parma Sostenibile, Manifesto per San Leonardo, Eureka. Arte Cultura e Animazione, Pianeta Verde, FIAB Parma, Cortex Bistrot, McLuc Culture, Le Petit Vélo_educazione su due ruote, La Sajetta , Ciac Onlus, Casa della Pace Wonderful World, Bibliomondo famiglie volontarie, A.P.S. ParmaKids, Libri con le ruote La biblioteca viaggiante di Parma, Made in Art, Mercatiamo, Cielo Buio, Stop Elettrosmog Parma, Isde Parma associazione medici per l’ambiente, Amici del Parco e del Casino dei Boschi, Associazione Post, Cultural-mente aps, L’ABC, Movimento per la Decrescita Felice Parma, IBO Italia, CEA Centro Etica Ambientale, DES Distretto Economia Solidale Parma, Io mangio locale, Banca Etica, Casa delle Donne Parma, Wendy Film., Kinoki Associazione Culturale, CNGEI Parma, Centro Studi Movimenti Parma, Eco Sol Gea, Associazione AltroGiro Libreria Piccoli Labirinti, Cigno Verde Cooperativa Sociale, Distretto A, Teatro Migrante Parma, Arte Migrante Parma, Istituto Comprensivo Micheli, I monnezzari di Parma, Associazione Artetipi, Comitato Tardini Sostenibile, Aria di Parma, Comitato Genitori No Cargo, Centraline dal Basso, Federconsumatori Provincia di Parma – APS, Movimento dei Focolari Comunità di Parma, Comitato di quartiere Mordacci.

a questo link la petizione on line

https://www.change.org/ariadiparma

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: