AL VIA DOMANI LA FESTA DEL RACCONTO CON “FERITE”, LA RACCOLTA DEDICATA AI 50 ANNI DI MEDICI SENZA FRONTIERE

Mercoledì 16 giugno alle ore 21 al Parco della Resistenza di Soliera la conversazione tra la curatrice del volume Caterina Bonvicini, il direttore scientifico della Festa Marco Antonio Bazzocchi ed Ettore Mazzanti di MSF Italia

Inaugura domani alle ore 21 al Parco della Resistenza di Soliera con la presentazione del libro Ferite (Einaudi) la 16ma edizione della Festa del Racconto, che fino a domenica 20 giugnoanimerà le piazze, i giardini e i palazzi di Carpi, Campogalliano, Novi di Modena e Soliera con un ricco calendario di incontri, eventi, spettacoli, letture per grandi e bambini.

A dialogare sul libro saranno Caterina Bonvicini, curatrice della raccolta, il direttore scientificodell’edizione 2021 della Festa del Racconto Marco Antonio Bazzocchi ed Ettore Mazzanti, Career Manager del dipartimento HR Field di Medici Senza Frontiere Italia, che vanta una lunga esperienza sul campo come operatore umanitario nelle zone di azione dell’organizzazione internazionale nata nel 1971. Il volume raccoglie i racconti di 14 autori, sette uomini e sette donne – Jhumpa Lahiri, Melania G. Mazzucco, Hamid Ziarati, Evelina Santangelo, Helena Janeczek, Diego De Silva, Marco Missiroli, Domenico Starnone, Sandro Veronesi, Marco Balzano, Marcello Fois, Antonella Lattanzi, Rossella Milone e Donatella Di Pietrantonio – che hanno trasposto in parole e immagini le piccole e grandi lacerazioni nel tessuto del mondo: dal dolore del razzismo a quello della malattia, dalla violenza dell’indifferenza ai traumi dell’infanzia, dalla perdita alla separazione, la creatività diventa nella forma del racconto la chiave per rimarginare quelle stesse ferite. “Ci sembrava significativo aprire la manifestazione con un volume che riflette e indaga sul potere curativo della parola, in un momento di stanchezza e dolore che coinvolge l’intero Pianeta – dice Marco Antonio Bazzocchi. – Un omaggio a chi, come gli operatori di Medici Senza Frontiere, porta da mezzo secolo il suo aiuto anche in luoghi lontani e invisibili con il proprio impegno quotidiano, un aiuto che spesso diventa guarigione e rinascita, la stessa che ci auguriamo dopo questi lunghi mesi di sofferenza”.

La Festa proseguirà nella giornata di giovedì 17 giugno a Campogalliano: sarà Marinella Manicardi a salire alle 21 sul palco di Piazza Castello per “Una cosa divertente che non farò mai più”, esilarante racconto del grande scrittore americano David Forster Wallace.

Tutti gli eventi sono a ingresso gratuito, fino ad esaurimento dei posti disponibili, previa prenotazione obbligatoria aperta a partire dal 6giugno: le modalità di accesso sono dettagliate sul sito www.festadelracconto.it.

La Festa del Racconto di Carpi è promossa dai Comuni di Carpi, Campogalliano, Soliera e Novi di Modena, con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi e gode del patrocinio della Regione Emilia-Romagna.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: