In un aeroporto di Fiumicino che vibra ancora per il trionfale rientro degli azzurri del calcio campioni d’Europa, ci sono stati ieri in tarda mattinata applausi meritati anche per gli azzurri protagonisti e primi, per la prima volta nella propria storia in 13 edizioni, nel medagliere dei campionati Europei di atletica under 23 disputati a Tallin, in Estonia. Rientrati via Stoccolma, allo scalo romano spiccano quattro delle sei medaglie d’oro conquistate: Dalia Kaddari (200), Simone Barontini (800), Gaia Sabbatini (1500), Alessandro Sibilio (400 ostacoli). “Abbiamo visto la finale degli Europei tutti insieme ed abbiamo festeggiato alla grande: che emozioni, un momento tutto d’oro per lo sport Italiano: ed ora ci aspetta Tokyo!! “, hanno detto Sabatini, Barontini e Sibilio, prima di una foto di gruppo e del rompete le righe. Una spedizione, in larga parte arrivata a Fiumicino, mai vista con tanti promettenti atleti azzurri che a poche settimane dalle Olimpiadi di Tokyo hanno confermato, e se possibile incrementato, il loro valore. L’Italia del vice DT Antonio Andreozzi ha conseguito il primo posto con 13 medaglie, di cui 6 ori (con anche Nadia Battocletti nei 5000 e Andrea Dallavalle nel triplo), 5 argenti e 2 bronzi. Addirittura sette di queste medaglie sono arrivate ieri, nella giornata finale della rassegna continentale, che ha portato in dote ben quattro ori.
Gli argenti sono Eloisa Coiro (800), Marta Zenoni (1500), Anna Arnaudo (10.000), Manuel Lando (alto), 4×400 maschile (Alessandro Moscardi, Edoardo Scotti, Riccardo Meli, Alessandro Sibilio); i bronzi Edoardo Scotti (400), Andrea Cosi (marcia 10.000).

 

fonte Ansa

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: