Non era eccessiva la nostra preoccupazione quando emerse la questione della Cooperativa Svoltare, non erano pretestuose e strumentali le osservazioni avanzate durante consigli e commissioni consiliari. Oltre alla regolarità e opportunità delle procedure, ci preoccupava  il futuro del personale della cooperativa, le progettualità in corso e il futuro degli assistiti.

Purtroppo dopo molti mesi, passati senza che le domande di merito politico trovassero una risposta per noi soddisfacente, assistiamo ancora una volta  alla decurtazione dei Bandi del comune vinti dalla cooperativa: il primo su Sprar minori, il secondo annunciato pochi giorni fa quello di Inside. Eppure l’assessora Rossi ci aveva assicurato che era tutto sotto controllo e che i titoli per accedere ai bandi erano a posto. Numeri alla mano aveva pubblicamente rassicurato circa la continuità dei servizi per chi si trovava in carico.
A questo punto non resta che confidare da una parte nelle cooperative che hanno mostrato interesse per prendere in mano tutta l’attività di Svoltare, dall’altra nei sindacati perché vengano protetti i lavoratori, evitando che si perdano importanti competenze presenti sul nostro territorio. 

Infine, ma non ultimo, speriamo che non escano dai percorsi di accoglienza e inserimento gli assistiti del bando Hub della Prefettura, il cui futuro dipende da quanto responsabilmente ci si farà carico, con tempestività, della questione.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: