Non è stato facile ma le azzurre, dopo 25 anni, hanno ritrovato la strada del podio nella prova di spada a squadre. Alla medaglia d’argento di Atlanta 1996 oggi si aggiunge un bronzo molto sudato. Dopo la sconfitta in semifinale contro le fortissime estoni, Rossella Fiamingo, Federica Isola e Mara Navarria, Alberta Santuiccio, hanno battuto nella finale per il terzo posto la squadra cinese per 23-21.

 

Una gara che per i primi tre periodi si è trascinata sul piano dell’equilibrio. Le azzurre passano in vantaggio però al quarto turno con Rossella Fiamingo che infila 4 stoccate vincenti di seguito fermando il punteggio sul 10-7. A metà gara scende in pedana Mara Navarria contro la cinese Zhu e il vantaggio aumenta. Un secco 5-1 sembra mettere le distanze tra le due squadre in sicurezza (15-8).

 

Il vantaggio non diminuisce nelle frazioni successive e alla vigilia dell’ultima serie di assalti c’è spazio anche per Alberta Santuccio, che era partita riserva, che porta in dote anche un punto a favore e, per una ingenua spinta all’avversaria, riceve poi un cartellino rosso. Tocca a Federica Isola chiudere i conti. La schermitrice milanese deve fare i conti ancora una volta con l’esperienza della Zhu. Punto dopo punto la Cina si avvicina. Sul 22-21 la cinese si infortuna, mancano 8 secondi alla fine dell’incontro. Dopo una lunga manipolazione alla coscia destra si riprende la il colpo finale lo mette a segno Federica 23-21.

 

 

fonte Coni

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: