“-Quando mi sveglio nelle mattine d’inverno, mi piace aprire le finestre della casa. Ma non posso farlo perché entra un gas spaventoso: sono le polveri sottili e l’ossido di azoto che emettono le automobili. Viviamo nell’area più inquinata d’Europa.  Sono stanca di non poter aprire le finestre la mattina appena sveglia.
-L’OMS ha stabilito delle soglie limite: non si può essere esposti a più di 25microgrammi al m3 di PM2,5. Esistono normative europee e ogni Comune ha dei “Piani dell’Aria” per ridurre l’inquinamento da emissioni. Evidentemente non bastano. A Parma da ottobre ad aprile siamo esposti a livelli di particolato fine superiore alle norme di legge. I cittadini lo sanno e chiedono alle istituzioni di invertire la rotta più rapidamente, con coraggio e determinazione”.
-Nel 2020 è nata la Campagna di Sensibilizzazione sulla Qualità dell’Aria di Parma. Puoi farti una foto e dire cosa ti piace fare nella tua città. In tanti l’hanno fatto: 250 cittadini ci hanno messo la faccia e il loro impegno concreto per migliore la qualità della vita della nostra città.Assessori, Consiglieri Comunali di Parma, se vi sta a cuore la nostra città, metteteci la faccia e partecipate alla nostra Campagna!
Tra meno di un anno potremo scegliere un nuovo sindaco. Sei tu il candidato che vuole pulire l’aria di Parma? BISOGNA AGIRE ORA! Domani è già troppo tardi.”
Queste sono alcune delle frasi lette e recitate nel video-appello uscito oggi sui social a cura della Campagna di sensibilizzazione sulla qualità dell’aria di Parma nata nel 2020.
In occasione della 2° Giornata Internazionale dell’aria pulita per i cieli blu, la Campagna di sensibilizzazione sulla qualità dell’aria di Parma lancia un video-appello ai cittadini e agli amministratori della nostra città. Si chiede di aderire alla Campagna con una foto e una frase personale che identifichi il nostro rapporto con la città e l’aria.
La situazione dell’aria a Parma non è migliorata neanche in estate a riscaldamenti spenti. Le concentrazioni di ozono, una molecola che si crea a partire da altri tipi di inquinanti, in particolare gli NOx e favorito anche dalle condizioni meteorologiche che ne innalzano i valori in atmosfera, hanno superato i livelli limite per la salute. Nessuna tregua per i nostri polmoni e a pagarne le conseguenze maggiori sono sempre bambini e anziani.
Il 23 giugno l’UNEP- Programma delle Nazioni Unite per l’ambienteha annunciato che il tema del secondo anno della “Giornata internazionale dell’aria limpida per i cieli blu”,sarà “Aria sana, pianeta sano”.
L’occasione, che si terrà il 7 settembre, è stata stabilita nel 2019 alla 74a sessione dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite. Il primo evento, con il tema “Aria pulita per tutti”, si è tenuto il 7 settembre 2020.
La Giornata internazionale dell’aria pulita per i cieli blu sensibilizza e facilita le azioni per migliorare la qualità dell’aria
L’inquinamento atmosferico rappresenta uno dei maggiori rischi per la salute delle persone in tutto il mondo, contribuendo a circa 7 milioni di morti premature ogni anno. Di questi, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità(OMS), 600.000 sono bambini. A dirlo è il World Air Quality Report 2020. L’Italia con Bulgaria e Polonia è la nazione più inquinata d’Europa.
Brutto primato. Parma merita di meglio.
La città aspetta. I cittadini non possono smettere di respirare.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: