Un recente provvedimento dell’Ufficio Scolastico territoriale di Parma e Piacenza, in applicazione di una legge nazionale, ha stanziato a fondo perduto 6 milioni 159 mila 537 euro per i proprietari delle scuole private parmensi. Tutto questo mentre per le Scuole pubbliche sono piene di “classi pollaio”, per esse, contrariamente a quanto è stato annunciato, non sono stati ancora messi a disposizione i fondi relativi all’emergenza Covid. Per la Gilda degli Insegnanti di Parma e Piacenza ciò è una vergogna: mentre la scuola pubblica è abbandonata a se stesse, con i suoi docenti percepiscono paghe miserevoli e senza che venga risolta la piaga del precariato, lo Stato continua a devolvere valanghe di soldi dei contribuenti ai privati che hanno aperto scuole sul territorio. Salvatore Pizzo, coordinatore della Gilda di Parma e Piacenza, dichiara: “Per l’ennesima volta siamo orgogliosamente gli unici, come sempre, a rompere il muro di silenzio rispetto a questa macroscopica offesa al comune senso del pudore, regalare quattrini a valanga togliendoli alla scuola statale è semplicemente uno schifo”

Qui il link dell’Amministrazione scolastica che è di libera consultazione

https://pr.istruzioneer.gov.it/2021/09/23/contributo-ordinario-a-scuole-paritarie-a-s-2020-2021/

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: