In occasione della Giornata mondiale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, la rete di associazioni che fa riferimento alla Campagna Clean Cities “Tutti giù per strada” ha lanciato un appello ai sindaci delle città di Roma, Milano, Torino, Bologna, Napoli, Genova, Parma, Olbia e Fano chiedendo piani ambiziosi per chiudere al traffico le strade delle scuole nelle proprie città.
Gli oltre 50 gruppi e associazioni coinvolti hanno invitato genitori e insegnanti a partecipare organizzando un flash mob davanti alla propria scuola.
Venerdì 19 novembre alle ore 16,30 a Parma hanno aderito il gruppo informale Aria di Parma, La Sajetta, Le Petit Velo, Parma sostenibile, Fruttorti, FIAB Parma Bicinsieme, Genitori No Cargo.
Il flash mob si è svolto davanti alla scuola primaria Jacopo Sanvitale dell’Istituto Comprensivo Parma Centro. Nel piazzale infatti ogni giorno all’entrata e all’uscita dei bambini gli Happy Bus entrano e fanno manovra proprio nelle piazzole assegnate alle singole classi per evitare assembramenti. Venerdì 19 si sono invece fermati all’inizio della piazza e hanno fatto manovra in via Farini permettendo a bambini e famiglie di ritrovare la piazza come luogo sicuro per giocare ed entrare/uscire da scuola. La richiesta è che la piazza sia sempre pedonale e dedicata ai bambini, soggetti più vulnerabili e a cui dobbiamo offrire protezione, rispetto e spazi vitali.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: