Una bambina australiana di quattro anni scomparsa il 16 ottobre mentre era in campeggio con i suoi genitori è stata ritrovata ieri “salva e sana”, ha detto la polizia.

 

 

Cleo Smith è stata trovata dalla polizia in una casa chiusa a chiave a Carnarvon, nell’Australia occidentale, vicino a dove era stata vista l’ultima volta 18 giorni prima, ha detto la polizia in una dichiarazione pubblicata su Facebook. “Uno degli agenti l’ha abbracciata e le ha chiesto ‘come ti chiami'”, ha detto il vicecommissario Col Blanch. La bambina ha quindi risposto “Mi chiamo Cleo”. La polizia, che intorno all’una di notte ha forzato l’ingresso della casa dove si trovava la bambina, ha detto di aver arrestato un uomo a Carnarvon per essere interrogato. È un 36enne senza alcun legame con la famiglia della piccola, ha affermato il commissario Chris Dawson della polizia dell’Australia occidentale. Cleo ha raggiunto i suoi genitori poco dopo.

“La nostra famiglia è di nuovo completa”, ha detto sua madre Ellie in un messaggio che accompagna una foto di sua figlia pubblicata su Instagram. Per due settimane, le ricerche per trovare Cleo sono state da tutto il Paese. In seguito al ricongiungimento tra la piccola e i suoi genitori, molti australiani hanno espresso la loro gioia sui social network. “Questo è il risultato che tutti abbiamo sperato e per cui abbiamo pregato”, ha detto il vicecommissario Col Blanch. La polizia non ha fornito dettagli sulle circostanze esatte della scomparsa di Cleo o su come è stata trovata. “Avevamo seguito molti indizi e siamo arrivati a una casa privata”, ha detto Dawson alla radio Abc. La polizia il mese scorso aveva offerto una taglia di un milione di dollari australiani (750.000 dollari Usa) per qualsiasi informazione che potesse aiutare a localizzare la bambina.

 

fonte Ansa

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: