Con ampliamento riserva marina protetta che circonda arcipelago

 

 

L’annuncio formulato dal presidente dell’Ecuador, Guillermo Lasso, nel vertice di Glasgow di un ampliamento della riserva marina protetta che circonda l’arcipelago delle Galapagos nell’Oceano Pacifico, riguarda sostanzialmente una proposta di cambiare una parte del debito ecuadoriano con un impegno di protezione della natura.

Nella conferenza stampa in cui ha illustrato il progetto, indica il portale di notizie Primicias di Quito, Lasso ha detto che l’annuncio “farà avanzare proposte finanziarie per lo scambio di debito ecuadoriano per la conservazione della natura”.

Il capo dello Stato ha sottolineato che quando andrà in porto, si tratterà “dello scambio più grande del suo genere nella storia del mondo”.

Lasso ha aggiunto che il suo governo sta già studiando “alcune proposte”, ma sta analizzando anche altre forme di finanziamento. “C’è la possibilità – ha poi detto – che l’Ecuador stesso possa, con il supporto di organizzazioni di credito multilaterali, effettuare questo scambio in modo che tutti i benefici siano posti in un fondo fiduciario in cui l’unico beneficiario sia il ministero dell’Ambiente.

In questo modo, ha concluso, il ministero avrebbe per sempre risorse per la conservazione delle Galapagos. “Saremo molto attenti a valutare ciascuna delle proposte al fine di massimizzare i benefici nella conservazione ambientale in questa area di riserva marina”.

Infine, per quanto riguarda la suddivisione tecnica dei 60.000 km/2 di nuova riserva marina che si aggiungerebbero ai 130.000 già esistenti, il progetto prevede una ‘zona di divieto di pesca totale’ di 30.000 km/2 all’altezza della Cordillera de los Cocos, ed un altra, sempre di 30.000 km/2, denominata ‘zona di divieto di pesca con palangari’. (ANSA).

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: