Padre e figlio senza arti protagonisti della foto “Hardship of life” arriveranno in Italia grazie alla raccolta fondi del Siena Awards. Già attivati i contatti con il Centro Protesi Vigorso di Budrio
(Foto vincitrice del SIPA 2021, Siena International Photo Awards)

Munzir e Mustafa, protagonisti dello scatto “Hardship of Life” che ha fatto il giro del mondo, arriveranno presto in Italia per essere curati al Centro Protesi Vigorso di Budrio, in provincia di Bologna. L’annuncio arriva dal Siena Awards, il festival della fotografia e delle arti visive che ha premiato lo scatto del fotografo turco Mehmet Aslan come vincitore assoluto del Sipa 2021, Siena International Photo Awards, e lanciato una raccolta fondi per aiutare Munzir, Mustafa e altre vittime innocenti del conflitto in Siria sostenendo un programma di riabilitazione e sostegno di persone che hanno subìto amputazioni.

“Grazie alle prime donazioni della raccolta fondi attivata nei giorni scorsi – spiega Luca Venturi, direttore artistico del Siena Awards – la famiglia di Munzir e Mustafa arriverà a Siena nelle prossime settimane insieme al fotografo Mehmet Aslan, che ha portato questa storia all’attenzione di tutto il mondo con uno scatto straordinario e dal forte impatto emotivo. Da Siena li accompagneremo al Centro Protesi Vigorso di Budrio, con cui siamo già in contatto grazie al dottor Andrea Causarano e che sta aspettando Mustafa e suo padre per visitarli e programmare gli interventi di protesi che daranno loro un futuro migliore”.

“Siamo orgogliosi – continua Venturi – di aver lanciato da Siena, con la forza di un’immagine partita dal Siena Awards, una grande e bella manifestazione di solidarietà internazionale. Insieme alla famiglia di Munzir e Mustafa, con cui siamo in contatto ogni giorno attraverso il fotografo, ringraziamo tutti coloro che hanno già dato il loro contributo alla nostra raccolta fondi, ancora aperta per rafforzare l’aiuto verso queste persone e altre vittime innocenti del conflitto siriano”.

La raccolta fondi attivata dal Siena Awards si trova sulla piattaforma GoFundMe, www.gofundme.com, con il titolo “Can a photo make a difference” e per lasciare un contributo è possibile cliccare sul seguente link: https://www.gofundme.com/f/can-a-photo-make-a-difference.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA
© COPYRIGHT ADNKRONOS

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: