Il Conservatorio di Parma organizza un convegno e due concerti che esplorano il rapporto tra musica e spazio, in collaborazione con Università di Parma, Comune di Parma – Casa della Musica, Società Italiana di Musicologia e con il contributo di Ministero della Cultura e Fondazione Cariparma

Il Conservatorio di Musica “Arrigo Boito” di Parma, in collaborazione con l’Università di Parma, il Comune di Parma – Casa della Musica e la Società Italiana di Musicologia, organizza il Convegno internazionale Musica e spazio: esperienze passate, prospettive future (Music and Space: Past Experiences, Future Perspectives) realizzato nell’ambito del progetto di ricerca pluriennale Labirinti Sonori, con il contributo di Ministero della Cultura e di Fondazione Cariparma. Il convegno, che si svolgerà giovedì 2 dicembre 2021 nell’Auditorium del Carmine e venerdì 3 dicembre nella Sala dei Concerti della Casa della Musica (dalle 9.30 alle 17.30), permetterà di esplorare il rapporto fra musica e spazio nei suoi aspetti estetici, storici, tecnici e tecnologici secondo le seguenti prospettive di ricerca: lo spazio come elemento essenziale della creazione musicale; il rapporto fra musica e architettura; l’esplorazione della realtà virtuale e la simulazione dello spazio attraverso il suono; la dimensione spaziale nella prassi esecutiva; l’uso della tecnologia per la costruzione dello spazio sonoro nella musica. Ognuna delle due giornate terminerà con un concerto a tema. Giovedì 2 dicembre alle 20.30, nell’Auditorium del Carmine, si terrà il concerto “Polifonie spaziali”: opere di Gérard Grisey, José Manuel López López, Javier Torres Maldonado e Barry Truax saranno interpretate dagli allievi del Conservatorio di Parma (scuola di percussioni del Prof. Danilo Grassi, Ensemble “Suono Condiviso” diretto dal Prof. Leonardo Bartali, scuola di Musica Elettronica del Prof. Javier Torres Maldonado). Venerdì 3 dicembre alle 20.30, nella Sala dei Concerti della Casa della Musica, sarà la volta del concerto “Labirinti dell’immaginazione”: l’Ensemble Taller Sonoro di Siviglia interpreterà musiche di Fabien Lévy, Achim Bornhoeft, Andrea Saba, Fabrizio Fanticini, Elena Mendoza.

Prendono parte al convegno Barry Truax (Simon Fraser University, Vancouver), Amy Bauer (University of California, Irvine), Achim Bornhoeft (Universität Mozarteum, Salisburgo), Massimo Priori (Conservatorio di Trento – Riva del Garda), Laura Zattra (Conservatori di Bologna e Rovigo, Équipe APM Ircam), Agostino Di Scipio (Conservatorio de L’Aquila), François-Xavier Féron (STMS – Sciences et Technologies de la Musique et du Son – Ircam, CNRS, Sorbonne Université), Candida Felici (Conservatorio di Parma), Giovanni Costantini (Università Tor Vergata, Roma), Anne Sèdes (Université Paris 8), Jonathan Berger, Talya Berger, Elliot Canfield-Dafilou (Stanford University), Carlo Lo Presti (Conservatorio di Parma), Fabien Lévy (Hochschule für Musik und Theater, Lipsia), Christine Getz (University of Iowa), Paolo Russo (Università di Parma), Anna Ficarella (Conservatorio di Fermo), Marco Capra (Università di Parma).

Il Convegno, organizzato da Candida Felici, Carlo Lo Presti, Javier Torres Maldonado, è inserito nel programma ufficiale di Parma Capitale Italiana della Cultura 2021. L’ingresso è gratuito. Per la giornata e il concerto del 2 dicembre è possibile prenotare compilando il form a questo link: www.conservatorio.pr.it/calendario-eventi-estate-2021. Per la giornata e il concerto del 3 dicembre si può prenotare tramite l’App Parma 2020+21. Per accedere è necessario essere in possesso del green pass. Per informazioni: www.conservatorio.pr.it.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: