Chi decide di recarsi in un ufficio postale pagherà 12 euro

Spid Poste diventa a pagamento. Come fare? Quanto costa? Sempre più indispensabile, il Sistema pubblico di identità digitale è un sistema di identificazione che consente, attraverso l’utilizzo delle stesse credenziali (nome utente e password), di accedere a tutti i servizi pubblici online abilitati. Si può richiedere a diversi fornitori, Identity Provider accreditati, che offrono diverse modalità di registrazione, gratuitamente o a pagamento.

Il PosteID (questo è il nome dello SPID fornito da Poste Italiane) può essere attivato gratuitamente e direttamente online senza la necessità di recarti in un ufficio postale se scegli di identificarti tramite:

SMS su cellulare certificato associato ad un prodotto Bancoposta o Postepay

Lettore Bancoposta e carta Postamat

Carta d’Identità Elettronica con PIN

Carta d’Identità Elettronica senza PIN

Carta Nazionale dei Servizi attiva con PIN

Passaporto Elettronico

Bonifico da un conto corrente italiano a te intestato

Firma Digitale

Il metodo più utilizzato è quello tramite identificazione in presenza presso un ufficio postale. In questo caso il costo del servizio di identificazione è pari a 12 euro iva inclusa.

Spid: cos’è, a cosa serve e come richiederlo

Il potenziale vantaggio dello Spid sta in una radicale semplificazione della pubblica amministrazione, con dati anagrafici, certificati, cartella fiscale e sanitaria accessibili comodamente da casa, evitando code agli uffici pubblici e utilizzando un’unica registrazione.

Per richiedere le proprie credenziali Spid è necessario essere maggiorenni e seguire alcuni passaggi:

– Scegli il fornitore: si tratta di Identity Provider accreditati che offrono diverse modalità di registrazione, gratuitamente o a pagamento. Fai la tua scelta in base a eventuali costi, in base ai livelli di sicurezza di cui hai bisogno (sono tre in totale) e alle modalità di riconoscimento. Sul sito Agenzia per l’Italia Digitale dedicato a Spid è disponibile uno schema semplificato con il confronto tra i servizi offerti dagli Identity Provider.

– Inserisci i dati anagrafici: segui il percorso sul sito dell’operatore scelto, inserisci i tuoi dati e crea le credenziali Spid; ti serviranno carta d’identità o passaporto o patente (può essere necessario fotografarli e allegarli); tessera sanitaria con codice fiscale. Serve inoltre un numero di cellulare e un indirizzo mail.

– Effettua il riconoscimento: Spid viene confermata soltanto dopo l’identificazione che può avvenire tramite webcam, di persona prendendo appuntamento presso uno degli uffici del provider, tramite firma digitale o utilizzando la carta di identità elettronica o la carta nazionale dei servizi.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA
© COPYRIGHT ADNKRONOS

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: