Accompagnato dall’allineamento dei pianeti

 

Si prepara un comitato d’accoglienza molto speciale per l’arrivo dell’inverno: il solstizio che il 21 dicembre segna l’arrivo della stagione fredda coincide con il giorno più corto dell’anno e lo accompagna lo spettacolare allineamento dei pianeti ancora ben visibile nel cielo subito dopo il tramonto.

Rispetto al 13 dicembre, tradizionalmente considerato il giorno più breve dell’anno, il 21 dicembre il Sole sorge alle 7,37, ossia sei minuti più tardi, e tramonta alle 16.44, circa tre minuti dopo. “In definitiva, il Sole resta sopra l’orizzonte circa tre minuti in meno rispetto al 13 dicembre”, rileva sul suo sito l’Unione Astrofili Italiani (Uai).

Ad accogliere l’inverno c’è il corteo dei pianeti che dall’inizio di dicembre offre uno spettacolo davvero unico: Venere, Saturno e Giove sono ancora perfettamente allineati e per qualche giorno continueranno a essere ben visibili. “Il Sole tramonta presto e ci consente di godere di questo allineamento, che ci accompagnerà ancora”, dice l’astrofilo Paolo Volpini, della Uai. “Venere, Saturno e Giove ci regaleranno delle serate d’inverno davvero molto belle” fino alla fine del mese.

“Approfittiamo di questi ultimi giorni di dicembre per ammirarli”, aggiunge Volpini, perché “per Venere si avvicina la congiunzione con il Sole e a gennaio scomparirà dalla nostra vista. In seguito anche Giove e Saturno saranno sempre più bassi sull’orizzonte”.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.