Domenica 9 gennaio ore 14.30 in piazza Brà nuova protesta delle associazioni animaliste in difesa dei cuccioli di cane utilizzati per la sperimentazione, questa volta in un presidio nel centro di Verona. L’intento, oltre alla protesta contro gli esperimenti di Aptuit, è informare e coinvolgere i cittadini di Verona che purtroppo non sono ancora scesi in piazza.
Tutto ha inizio i primi di settembre quando si scopre che a Verona nel centro sperimentale Aptuit sono arrivati dalla Francia venti cuccioli di beagle di appena quattro mesi, venti cuccioli del miglior amico dell’uomo. Venti poveri cuccioli destinati a esperimenti tossicologici, cioè destinati a essere “usati” per testare  sostanze tossiche e a morire in quei laboratori tra atroci sofferenze. La Aptuit si vanta di essere il centro di sperimentazione più veloce, ciò significa sofferenze più intense per gli animali che alla fine saranno uccisi dopo o durante gli esperimenti. E ci chiediamo come si possa fare tutto questo a una creatura, come si possano usare creature per le sperimentazioni! Creature che sono esseri senzienti e sentono il dolore e la paura, cuccioletti indifesi!
Questi animali sono creature! Come si può fare questo a un cane? Come si può fare questo a una creatura? Come è possibile ancora  tutto ciò? Come si può giustificare ancora tutto questo?
E come é possibile che la “ex” vivisezione, ormai cosiddetta sperimentazione animale, non sia ancora stata abolita? Cambia il nome ma non cambia la sostanza! Così come a fronte del divieto di allevare in Italia a scopo di ricerca primati non umani, cani e gatti, non c’è il divieto di utilizzarli e vengono acquistati come oggetti e fatti arrivare dall’estero per finire ugualmente nei laboratori! Quante battaglie dovremo fare per far finalmente cessare questa pratica orrenda? Sono stati liberati tantissimi cani nel 2012 dal laboratorio di Green Hill, il mondo intero ha gioito per quella liberazione, eppure l’orrore della sperimentazione sugli animali non è mai finito! L’ orrore sta continuando ancora, e chiediamo a tutti di dar voce a questa battaglia e di non lasciare soli questi poveri cuccioli. L’ Italia ormai è al centro di numerose e continue proteste contro la sperimentazione su creature, soprattutto dopo il caso dei macachi di Parma, Alan e Larry,  che sono entrati nel cuore di tutti e sono diventati un simbolo di libertá, ma sono ancora rinchiusi nei laboratori di sperimentazione. A settembre si scopre un altro orrore: la sperimentazione sui cani! È umanamente inaccettabile! Niente può giustificare tutto questo! Giù le mani dagli animali! Giù le mani dai cani!
EVENTO “SALVIAMO I CUCCIOLI DI BEAGLE”!
Facciamo un appello a tutta  Italia per una mobilitazione di massa, soprattutto alle associazioni e ai i cittadini di Verona. Salviamo questi cuccioli di beagle! Non ci si può smuovere solo davanti ai singoli casi di uccisioni e maltrattamenti di cani, e poi non mobilitarsi quando tutto ciò avviene in un laboratorio di sperimentazione.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: