Nel giorno mondiale della felicità che si celebra il 20 marzo, le associazioni animaliste annunciano un grande evento per la libertà dei macachi di Parma, rinchiusi ancora nei laboratori dell’università parmense. La manifestazione avrà luogo giorno 20 marzo a Parma alle 14.30 in Piazza della Pace, e si sfilerà in corteo per chiedere la liberazione dei macachi e la fine degli esperimenti sugli animali. È un ulteriore appello rivolto all’università di Parma, con l’invito al cambiamento verso una ricerca etica nel rispetto della vita di tutti, animali compresi. È un ulteriore tentativo di salvare la vita ad Alan e Larry, i due macachi divenuti simbolo di libertà e che insieme ad altri verranno sottoposti a esperimenti nel progetto Light-up. Per questi primati, che sono animali molto intelligenti e sensibili, sono previsti cinque anni di esperimenti e poi la soppressione.
Le loro immagini sono arrivate al cuore di tutti e  hanno fatto il giro del mondo, per loro ci sono state manifestazioni in Italia e all’estero. Sono i macachi amati da tutti, simbolo di libertà e ora anche di resistenza, proprio perchè paradossalmente ancora rinchiusi nei laboratori di sperimentazione. Dopo anni di battaglia, le proteste per salvare Alan e Larry non accennano a diminuire e si continua a chiedere insistentemente la loro liberazione. A essere contrari agli esperimenti sugli animali non sono solo associazioni animaliste e cittadini, ma anche scienziati e organizzazioni internazionali di medici, come ad esempio la Limav in Italia. “Manifesteremo per la liberazione dei macachi nel giorno mondiale della felicità, perchè la libertà e la felicità sono un diritto di ogni creatura. Noi non siamo contro la ricerca, appoggiamo la scienza contraria agli esperimenti sugli animali e chiediamo il rispetto della vita di tutti, sia degli animali sia degli umani”, dicono le associazioni. “La sperimentazione sugli animali è un danno sia per la ricerca sia per gli animali, ma è soprattutto una questione di etica e coscienza. Salvare questi macachi è anche una questione di cuore, le persone ormai li amano e non possono morire in quei laboratori”, proseguono gli attivisti.
Perchè chiedere la liberazione dei macachi di Parma? Perchè protestare contro la sperimentazione sugli animali? Perchè difendere chi non può difendersi? E soprattutto, perchè dovrebbero avere pietà di queste creature e lasciarle vivere? Perchè dovrebbero smettere di sperimentare su di loro? È spiegato nella poesia Prendi un sorriso, di Gandhi. “Prendi un sorriso, regalalo a chi non l’ha mai avuto. Prendi un raggio di sole, fallo volare là dove regna la notte. Scopri una sorgente, fai bagnare chi vive nel fango. Prendi una lacrima, posala sul volto di chi non ha pianto. Prendi il coraggio, mettilo nell’animo di chi non sa lottare. Scopri la vita,raccontala a chi non sa capirla. Prendi la speranza, e vivi nella sua luce. Prendi la bontà, e donala a chi non sa donare. Scopri l’amore, e fallo conoscere al mondo.” Gandhi, detto anche il Mahatma, ossia la Grande Anima. La grandezza di una nazione e il suo progresso morale si possono giudicare dal modo in cui vengono trattati gli animali, diceva Gandhi. La pace inizia da noi, senza etica non esiste progresso.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.