Distrutto nel 1920 da violenza fascista, nel 2020 la firma del protocollo con il Presidente sloveno Borut Pahor

 

alternate text
Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella con il Presidente della Repubblica di Slovenia, Borut Pahor (archivio Quirinale)

 

 

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, è intervenuto a Trieste, presso il Palazzo del governo, alla cerimonia del passaggio di proprietà dell’edificio già Narodni dom dall’Università degli Studi di Trieste alla Fondazione Narodni dom. Un evento che rappresenta il culmine di un percorso iniziato il 13 luglio 2020, quando il Capo dello Stato italiano e il suo omologo sloveno, Borut Pahor, firmarono il protocollo per la restituzione dell’edificio che ospitava le associazioni culturali slovene distrutto dalla violenza nazionalista dello squadrismo fascista nel 1920.

Durante la cerimonia il rettore dell’Università di Trieste, Roberto Di Lenarda, e il Presidente della Fondazione Narodni dom, Rado Race, hanno sottoscritto il contratto di trasferimento, a titolo gratuito, del Palazzo progettato dall’architetto Max Fabiani dall’Università alla Fondazione Narodni dom. Contestualmente è stato siglato anche il contratto di comodato gratuito dell’immobile a favore dell’Università che rimarrà a disposizione dell’ateneo triestino in attesa del trasferimento nell’edificio noto come “Gregoretti 2”.

RIPRODUZIONE RISERVATA
© COPYRIGHT ADNKRONOS

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.