‘Natura umana selvaggia, assassini dei nostri fratelli’

 

17.03.2022 _ Partecipanti al Capitolo Generale dell’Ordine degli Agostiniani Recolletti

 

 

“Una guerra sempre, sempre, è la sconfitta dell’umanità”.

Lo ha detto il Papa nell’udienza ai partecipanti ad un convegno sull’educazione.

“Noi che lavoriamo nell’educazione siamo sconfitti da questa guerra”. “Non esistono le guerre giuste, non esistono”, ha ribadito il Papa mettendo in evidenza che “la guerra è a portata di casa”, “qui a Roma, al Bambino Gesù ci sono bambini feriti dai bombardamenti”.

“Siamo abituati a sentire notizie delle guerre lontane: Siria, Yemen. Abituati. Adesso la guerra si è avvicinata, è a casa nostra praticamente, e questo ci fa pensare sulla ‘selvaggità’ della natura umana, fino a dove siamo capaci…assassini dei nostri fratelli”, ha detto ancora il Papa nell’udienza in Vaticano.
Sempre con il cuore rivolto all’Ucraina anche il messaggio del Papa ai vescovi europei: “Il grido straziante d’aiuto dei nostri fratelli ucraini ci spinge” a “piangere con loro e a darci da fare per loro; a condividere l’angoscia di un popolo ferito nella sua identità, nella sua storia e tradizione”. “Il sangue e le lacrime dei bambini, le sofferenze di donne e uomini che stanno difendendo la propria terra o scappando dalle bombe scuotono la nostra coscienza. Ancora una volta l’umanità è minacciata da un abuso perverso del potere e degli interessi di parte, che condanna la gente indifesa a subire ogni forma di brutale violenza”. (ANSA).

     

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Lascia una Replica

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.