Videomessaggio nella notte. Continua l’assedio a Mariupol

TOPSHOT – A picture shows a five-storey residential building that partially collapsed after a shelling in Kyiv on March 18, 2022, as Russian troops try to encircle the Ukrainian capital as part of their slow-moving offensive. – Authorities in Kyiv said one person was killed early today when a downed Russian rocket struck a residential building in the capital’s northern suburbs. They said a school and playground were also hit. (Photo by Aris Messinis / AFP)

 

Ventiquattro giorni dopo l’invasione di Mosca in Ucraina, il presidente Volodymyr Zelensky posta nella notte un videomessaggio su Facebook e, rivolgendosi a Vladimir Putin, annuncia: “E’ tempo di colloqui di pace, senza indugio.

Questa è l’unica possibilità per la Russia di ridurre i danni causati dai propri errori.

A man collects belongings from his destroyed apartment after shelling in Kyiv on March 18, 2022, as Russian troops try to encircle the Ukrainian capital as part of their slow-moving offensive. – Authorities in Kyiv said one person was killed early today when a downed Russian rocket struck a residential building in the capital’s northern suburbs. They said a school and playground were also hit. (Photo by Aris Messinis / AFP)

Poco prima, il capo negoziatore russo, Vladimir Medinsky, affermava che un incontro tra il presidente ucraino e il leader del Cremlino non sarebbe stato possibile senza prima il testo di un trattato. “Prima ancora di menzionare una riunione tra i due leader, le delegazioni di negoziatori devono preparare e concordare il testo di un trattato. Successivamente, il testo dovrebbe essere siglato dai ministri degli Esteri e approvato dai governi”. Poi si potrà parlare di una possibilità di incontro tra i due presidenti.

 

TOPSHOT – Kyiv’s mayor Vitali Klitschko holds people away from a five-storey residential building that partially collapsed after a shelling in Kyiv on March 18, 2022, as Russian troops try to encircle the Ukrainian capital as part of their slow-moving offensive. – Authorities in Kyiv said one person was killed early today when a downed Russian rocket struck a residential building in the capital’s northern suburbs. They said a school and playground were also hit. (Photo by Sergei SUPINSKY / AFP)

 

LE MINACCE ALL’ITALIA – “Le sanzioni non sono una nostra scelta. Non vorremmo che la logica del ministro dell’Economia francese Bruno Le Maire, che ha dichiarato la “totale guerra finanziaria ed economica” alla Russia, trovasse seguaci in Italia e provocasse una serie di corrispondenti conseguenze irreversibili”. E’ quanto ha affermato all’agenzia Ria Novosti Alexei Paramonov, direttore del dipartimento europeo del ministero degli Esteri russo. “Ci aspettiamo che a Roma, come in altre capitali europee, tornino comunque in sé, ricordino gli interessi profondi dei loro popoli, le costanti pacifiche e rispettose delle loro aspirazioni di politica estera”.

 

TOPSHOT – A woman stands inside her destroyed apartment after shelling in Kyiv on March 18, 2022, as Russian troops try to encircle the Ukrainian capital as part of their slow-moving offensive. – Authorities in Kyiv said one person was killed early today when a downed Russian rocket struck a residential building in the capital’s northern suburbs. They said a school and playground were also hit. (Photo by Aris Messinis / AFP)

LA GUERRA CONTINUA – Nuovo allarme anti-aereo a Leopoli. Le sirene hanno cominciato a suonare alcuni minuti, alle 11:30 (ora locale), nel pieno delle attività cittadina e mentre le strade del centro storico erano abbastanza piene di residenti. Dagli altoparlanti installati in tutta la città le autorità militari ucraine hanno invitato i cittadini a recarsi nei rifugi. Ieri il sindaco di Leopoli Andriy Sadovyi ha chiesto alla popolazione di rispettare le regole nel momento in cui scattano le sirene e di non restare nelle proprie case.

L’esercito russo ha annunciato ieri di essere riuscito ad entrare nel centro della città insieme alle truppe della “repubblica” separatista di Donetsk. La presa di Mariupol rappresenterebbe una svolta importante nella guerra e consentirebbe alla Russia di garantire la continuità territoriale tra le sue forze provenienti dalla Crimea annessa (sud) e le truppe del Donbass (est).

La Russia afferma di aver utilizzato missili ipersonici in Ucraina. A riferirlo è il ministero russo della Difesa citato dalla Tass.

 

Ukranian servicemen are seen through a building window as they carry the remains of a missile after shelling in a residential area in Kyiv on March 18, 2022, as Russian troops try to encircle the Ukrainian capital as part of their slow-moving offensive. – Authorities in Kyiv said one person was killed early today when a downed Russian rocket struck a residential building in the capital’s northern suburbs. They said a school and playground were also hit. (Photo by Aris Messinis / AFP)

 

Un altro generale russo è caduto in battaglia in Ucraina: si tratta del generale Andrei Mordvichev morto nella città di Chernobayevka in seguito a colpi di artiglieria, afferma l’esercito ucraino in un posto su Facebook citato dalla Bbc.

Zelensky ha poi confermato che 130 persone sono state finora salvate dal teatro bombardato di Mariupol e che lo operazioni di soccorso stanno proseguendo. Centinaia di civili avevano trovato rifugio nella struttura quando è stata bombardata mercoledì, ma al momento non si ha notizia certa di vittime.

 

epa09833920 A woman cries near a building damaged by shelling in Kyiv as Russia’s attack on Ukraine continues, Kyiv, Ukraine, 18 March 2022. On 24 February Russian troops had entered Ukrainian territory in what the Russian president declared a ‘special military operation’, resulting in fighting and destruction in the country, a huge flow of refugees, and multiple sanctions against Russia. EPA/MIGUEL A. LOPES

 

La Russia è in grado di condurre la sua operazione in Ucraina da sola, nessuno ci chiede di intervenire. Lo afferma il leader bielorusso, Alexander Lukashenko, citato dalla Tass, riprendendo un’intervista alla tv giapponese. Lukashenko sottolinea quindi che Minsk mantiene la sua neutralità rispetto agli eventi in Ucraina, ma spiega anche che da parte bielorussa c’era stata la disponibilità a dispiegare le sue forze di frontiera fra Donbass e Russia, iniziativa che è stata però respinta da Kiev. “Ho fatto di tutto per evitare la guerra ma non è stato possibile, perché? Perché l’Occidente ha spinto per questa guerra”, ha detto.

 

Edifici distrutti dagli attacchi a Kiev, nel distretto di Podolsk, 18 marzo 2022. “Il nemico continua ad attaccare la capitale. Stamane la zona residenziale nel distretto di Podolsk è stata bombardata dagli orchi che hanno colpito sei case, asili nido e una scuola. Una persona è morta, 19 sono rimaste ferite, inclusi quattro bambini. Sul posto stanno operando i soccorritori e i medici”. Lo ha detto il sindaco di Kiev Vitali Klitschko.
ANSA/ US/ STATE EMERGENCY SERVICE OF UKRAINE

     

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Lascia una Replica

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.