Nel convegno organizzato dalle Piccole e Medie Imprese di Parma abbiamo appreso la loro “lezione di vita”.

“Noi siamo a favore della transizione ambientale ed energetica” e allora perché anelate che venga sviluppato un aeroporto Cargo? Lo sapete che l’aereo è il mezzo più inquinante per trasportare le merci?

“L’indubbio impatto ambientale che ci può essere è largamente compensato dai vantaggi complessivi per la comunità” Quali vantaggi? Si, perché se siete disponibili a sacrificare la transizione ambientale e energetica consapevoli dell’indubbio impatto ambientale dell’aeroporto, dovete spiegarci davvero bene quali sono i vantaggi complessivi per la comunità e soprattutto documentarli.

Il settore della Logistica è annoverato come l’esempio numero uno “del lavoro povero”… lavoratori sottopagati e sfruttati sono un vantaggio per la comunità?

La cementificazione del territorio, derivante dall’allungamento della pista e dai servizi legati alla logistica, oggi coltivato per le eccellenze della nostra Food Valley quale vantaggio può rappresentare?

In un momento storico in cui consumi energetici e emergenza climatica sono le due questioni più pressanti, investire milioni di soldi pubblici sul mezzo di trasporto più energivoro e inquinante e non per esempio sul treno … quale vantaggio rappresenta per la comunità?

“La possibilità di essere competitive sul mercato dipende molto da quello che questo territorio mette a disposizione.” Bene, ammettiamo per assurdo che il territorio vi metta a disposizione un aeroporto Cargo, energivoro e inquinante, pagato da tutti noi, ci assicurate di avere la forza economica da utilizzarlo tanto da mantenerlo economicamente? Lo sapete che l’aereo Cargo non solo è il mezzo per trasportare le merci che inquina di più, ma anche il più costoso? Ci potete dare un elenco delle Piccole e Medie Imprese del territorio che si impegnano, di fronte ai cittadini a cui andranno a rovinare la vita, ad utilizzarlo?

Se è questa la “lezione di vita” delle PMI parmigiane, ci spiace ma ci trovano pesantemente in disaccordo.

Per i nostri giovani, che siano figli, nipoti o vicini di casa, ci batteremo per garantire un futuro diverso e migliore.

Un futuro in cui non ci si mette 30 anni per arrivare (forse!) a raddoppiare una ferrovia fondamentale e pochi mesi per finanziare un aeroporto Cargo!

Come dice il presidente Iotti “Lo sviluppo infrastrutturale pone una sfida difficile ma importante: la transizione energetica e ambientale”… se promuovete un aeroporto Cargo significa che Voi quella sfida l’avete già persa!

 

Associazione NoCargoParma

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *