Con un razzo Falcon 9 dal Kennedy Space Center

 

epa09911489 A handout photo made available by NASA shows NASA astronauts Robert Hines, (L), Kjell Lindgren, (R), Jessica Watkins, (back-L), and ESA (European Space Agency) astronaut Samantha Cristoforetti, wearing SpaceX spacesuits, are seen as they prepare to depart the Neil A. Armstrong Operations and Checkout Building for Launch Complex 39A to board the SpaceX Crew Dragon spacecraft for the Crew-4 mission launch, at NASA’s Kennedy Space Center in Florda, USA, 27 April 2022. NASA’s SpaceX Crew-4 mission is the fourth crew rotation mission of the SpaceX Crew Dragon spacecraft and Falcon 9 rocket to the International Space Station as part of the agency’s Commercial Crew Program. Lindgren, Hines, Watkins, and Cristoforetti are scheduled to launch at 3:52 a.m. ET on 27 April, from Launch Complex 39A at the Kennedy Space Center. EPA/AUBREY GEMIGNANI/NASA/HO MANDATORY CREDIT: (NASA/Aubrey Gemignani) HANDOUT 

 

ROMA, 27 APR – E’ partita la missione Crew-4, della quale fa parte Samantha Cristoforetti, astronauta italiana dell’Agenzia Spaziale Europea (Esa) che sarà impegnata per quasi sei mesi sulla Stazione Spaziale Internazionale (Iss) per la missione Minerva.

Con lei sulla capsula Crew Dragon Freedom sono Kjell Lindgren, Bob Hines e Jessica Watkins.

La Crew Dragon è partita dalla rampa 39A del Kennedy Space Center (Florida) spinta da un razzo Falcon 9 della Space X e l’aggancio alla Stazione Spaziale è previsto intorno alle 02:15 di questa notte.

Per AstroSamantha è la seconda missione spaziale, dopo Futura, del 2014-2015.
Il razzo Falcon 9 si alzato dal suolo disegnando un arco nel cielo della notte (le 03:52 ora locale) spinto dai 9 motori Merlin a propellente liquido che compongono il primo stadio che è già stato utilizzato in altri tre precedenti lanci spaziali.
Il primo stadio si separerà 2 minuti e 39 secondi dopo il decollo per poi fare ritorno e atterrare su una piattaforma galleggiante al largo delle coste della Florida. Il viaggio della capsula Freedom proseguirà spinta dal secondo stadio per un’altra decina di minuti. 11 minuti e 58 secondi dal decollo anche il secondo stadio si separerà e la capsula inizierà il in autonomia il suo viaggio verso la Iss che raggiungerà solo dopo diverse ore: l’aggancio è previsto questa notte alle 2:15 ora italiana. (ANSA).

     

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Lascia una Replica

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *