Secondo le prime ricostruzioni, la vettura era parcheggiata in una strada in discesa, quando per motivi ancora da accertare si è messa in marcia ed ha sfondato la recinzione estera ed è piombata sui bimbi. L’incidente è avvenuto alla scuola dell’infanzia 1 Maggio. La Procura della Repubblica ha aperto un’inchiesta.

 

foto: ANSA

 

Grave incidente a L’Aquila: un’auto ha travolto sei bambini nel giardino di un asilo mentre stavano giocando. Uno è morto, altri cinque sono rimasti feriti e di questi, uno, dopo essere stato ricoverato in gravi condizioni all’ospedale San Salvatore, è stato trasferito a Roma.

Secondo le prime ricostruzioni, la vettura era parcheggiata in una strada in discesa, quando per motivi ancora da accertare si è messa in marcia ed ha sfondato la recinzione estera ed è piombata sui bimbi. L’incidente è avvenuto alla scuola dell’infanzia 1 Maggio. La Procura della Repubblica ha aperto un’inchiesta.

I piccoli hanno tutti un’età compresa tra i tre e i cinque anni. Il bambino deceduto è stato rianimato sul posto e portato in ospedale, dove i medici nulla hanno potuto.

L’Aquila: la dinamica dell’incidente

L’auto è una Volksvagen Passat. Al momento dell’incidente c’era a bordo un minorenne. Stando alle prime ricostruzioni appartiene a una mamma che era andata a prendere il figlio proprio in quell’asilo, lasciando l’altro figlio a bordo. Tra le ipotesi al vaglio, quella che il minorenne possa aver sbloccato il freno a mano mentre stava giocando. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, polizia, carabinieri e i vigili urbani.

Una maestra: “Stiamo cercando di non traumatizzare i bambini”

Le maestre dell’istituto che comprende la scuola dell’infanzia e l’asilo nido Primo maggio, hanno cercato di gestire la situazione al meglio accogliendo i genitori dei piccoli, compresi quelli rimasti coinvolti nell’incidente. “La priorità – spiega all’Ansa un’insegnante – è evitare che i bambini che hanno assistito alla scena restino traumatizzati, sia dall’incidente, con l’auto che ha sfondato il cancello del giardino, sia dal viavai di ambulanze e mezzi di soccorso”. 

Con alcuni bambini abbiamo cercato di far finta che si sia trattato di un gioco – spiega ancora l’insegnante all’Ansa – o quantomeno di minimizzare, spiegando che oggi i genitori sono venuti a prenderli in anticipo. Ma quanto è difficile”. 

Lo sgomento del governatore Marsilio

Abbiamo appreso questa tragica notizia paradossalmente mentre stavamo festeggiando il primo bambino nato a Fontecchio, nelle aree interne, dopo l’approvazione della legge sullo spopolamento; il primo nato che ha ricevuto il contributo alla natalità”. Sono le parole del presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio, alla notizia della tragedia: “Siamo tutti sconvolti e vicini al dolore delle famiglie”. 

Le parole del sindaco Biondi

Sono profondamente addolorato, non riesco neppure a immaginare il dolore che stanno provando i genitori dei bambini feriti. Da padre e da rappresentante delle istituzioni sono sgomento”. Così il sindaco de L’Aquila Pierluigi Biondi, che aggiunge all’Ansa: “È una notizia terribile, speriamo e preghiamo che il bilancio non si aggravi”. 

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.