Entra nel vivo la prima edizione del premio che omaggia Giorgio Morandi, massimo pittore bolognese del Novecento, “ecomoderno” ante litteram, riconoscimento promosso da APE Confedilizia Bologna con il sostegno dal Grand Hotel Majestic “già Baglioni”.
La giuria – spiega Elisabetta Brunelli presidente di APE Confedilizia Bologna – ha selezionato, tra gli artisti in mostra a BOOMing Contemporary Art Show, Riccardo “Corn79″ Lanfranco, che nei prossimi mesi si immergerà nei luoghi e nelle atmosfere morandiane per realizzare un’opera inedita”.
Il sostegno al mondo dell’arte e della cultura? Una missione,” sottolinea Franco Vanetti direttore generale del Gruppo Duetorri Hotels di cui fanno parte il Grand Hotel Majestic “già Baglioni” di Bologna, il Due Torri Hotel di Verona, l’Hotel Bernini Palace di Firenze, l’Hotel Bristol Palace di Genova.
Bologna, 20 maggio 2022_Con Riccardo “Corn79” Lanfranco si inaugura il primo Premio Sustainability Art “Giorgio Morandi”, che si rivolge ad artisti Under 40 impegnati sul tema delle emergenze ambientali e con una ricerca espressiva legata alla sostenibilità.
L’artista torinese è stato selezionato all’interno di una rosa di artisti contemporanei che esponevano, dal 12 al 15 maggio, a BOOMing Contemporary Art Show durante l’Art Week bolognese.

Il Premio, ideato e promosso da APE Confedilizia Bologna, è sostenuto dal Grand Hotel Majestic “già Baglioni”, con la collaborazione di BOOMing Contemporary Art Show.

Il Premio

«Con questa iniziativa – spiega Elisabetta Brunelli, presidente di APE Confedilizia Bologna – si inaugura “Un percorso lento con Giorgio Morandi” evento artistico ecosostenibile. L’associazione ha individuato in Morandi un “ecomoderno” ante litteram, artista dalla poetica unica, consapevole delle interazioni tra uomo e natura: il pittore sarà il perno attorno a cui ruoteranno una serie di manifestazioni ed appuntamenti, in programma nei prossimi mesi».

È in questo contesto che nasce il Premio Sustainability Art “Giorgio Morandi”. Nella settimana bolognese dedicata all’arte sono state esaminate le opere in mostra a BOOMing Contemporary Art Show per individuare artisti e creativi capaci di declinare la propria arte in chiave sostenibile, in sintonia con la poetica e il genio di Giorgio Morandi.
La giuria – composta da Elisabetta Brunelli, Presidente APE Confedilizia Bologna, Simona Gavioli Direttrice BOOMing Contemporary Art Show, Sonia Farsetti Direttrice Sviluppo Farsettiarte, Franco Vanetti Direttore Generale DueTorriHotels, Tiberio Biondi Direttore Grand Hotel Majestic “già Baglioni” – non ha avuto dubbi: all’unanimità la scelta è ricaduta su Riccardo “Corn79” Lanfranco.

Un percorso nel segno di Morandi e della sostenibilità

Riccardo “Corn79” Lanfranco è stato scelto per la valenza poetica e sostenibile delle sue creazioni, che a partire dalla tecnica scelta evocano il ciclo della natura e i suoi processi trasformativi. L’artista lavora sfruttando il processo naturale di ossidazione delle lastre di metallo, che interagiscono con temperatura, umidità e ambiente, come se fossero dotate di vita propria.

Nei prossimi mesi “Corn79” parteciperà a due residenze artistiche, a Bologna e a Grizzana Morandi, ripercorrendo le orme del pittore che dal capoluogo si trasferì nel borgo emiliano, tra campi, fienili, boschi e colline, per trovare rifugio e dipingere alcuni dei suoi capolavori. Nei luoghi morandiani, l’artista artista potrà trarre ispirazione per la sua nuova opera, che sarà presentata al pubblico in occasione dell’evento che celebra i primi 110 anni del Grand Hotel Majestic “già Baglioni”, a fine 2022.

Duetorrihotels, un gruppo che sostiene l’Arte

Con il Premio Sustainability Art “Giorgio Morandi” il Majestic si fa nuovamente promotore dell’arte e valorizza i giovani talenti, esprimendo la visione che caratterizza il gruppo Duetorrihotels, a cui appartiene l’hotel bolognese.
«Dopo il successo del Premio Casarini Due Torri Hotel organizzato dal 2016 nella nostra struttura a Verona, abbiamo pensato di sostenere quest’iniziativa a Bologna, per celebrare il legame tra Morandi, la città e l’hotel» dichiara Franco Vanetti, direttore generale del Gruppo Duetorrihotels. Partendo da un ricordo indelebile della nostra storia. La prima esposizione bolognese di Giorgio Morandi avvenne proprio nei sotterranei del Majestic, che all’epoca si chiamava Baglioni, nel 1914. Fu uno dei pittori che parteciparono alla celebre mostra-blitz organizzata da Tommaso Filippo Marinetti, la prima vetrina pubblica del futurismo bolognese».

La vocazione del Gruppo Duetorrihotels al mecenatismo e alla promozione della bellezza è ben consolidata. Tutte le strutture si trovano in palazzi storici nel cuore delle più belle città italiane, e custodiscono all’interno opere e testimonianze del passato, restituite all’antico splendore dal Gruppo. Ad esempio, al Grand Hotel Majestic “già Baglioni” di Bologna troviamo resti di una strada imperiale romana e la prima opera nota dei Carracci; a Verona si alloggia nel palazzo trecentesco del Due Torri Hotel, e si possono ammirare gli affreschi di Pino Casarini, maestro affreschista del Novecento. In piena Firenze, al Bernini Palace, si fa colazione in una sala che all’epoca di Firenze Capitale del Regno d’Italia accoglieva i parlamentari – come ricordano i tondi affrescati con i volti degli eroi risorgimentali. Il Bristol Palace di Genova, invece, è un gioiello in puro stile Liberty, che si caratterizza per un grande scalone ellittico in marmo bianco il quale – secondo la leggenda – ispirò ad Alfred Hitchcock le prospettive vertiginose del suo capolavoro “La donna che visse due volte”.

https://apebologna.eu
https://boomcontemporaryart.com
www.duetorrihotels.com

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.