Ci sono 17 imputati, fra loro anche il sindaco di Bibbiano

 

 

Domani comincia il dibattimento del processo ‘Angeli e Demoni’ contro il presunto sistema illecito di affidi di minori nella val d’Enza Reggiana.

Tra i reati ipotizzati, a vario titolo, ci sono frode processuale, depistaggio, abuso d’ufficio, maltrattamento su minori, lesioni gravissime, falso in atto pubblico, violenza privata, tentata estorsione e peculato d’uso.

Al momento sono 32 le parti civili ammesse al procedimento, tra cui anche il Ministero della Giustizia, la Regione Emilia-Romagna e la stessa Unione dei Comuni val d’Enza. Nel novembre scorso erano arrivate le prime sentenze per chi aveva scelto l’abbreviato: quattro anni di condanna al noto psicoterapeuta Claudio Foti del centro ‘Hansel&Gretel’ e assoluzione per l’assistente sociale Beatrice Benati. Mentre furono prosciolti le funzionarie comunali Daniela Scrittore, Nadia Campani e Barbara Canei assieme alla psicoterapeuta Sarah Testa. In fase preliminare l’altra assistente sociale Cinzia Magnarelli aveva patteggiato a un anno e 8 mesi. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *