Vicenda legata “ad un profondo malessere psicologico”. Il piccolo rimane ricoverato all’ospedale Maggiore di Bologna, in prognosi riservata

 

I carabinieri davanti alla villetta a schiera di Soliera in provincia di Modena dove un bambino di 13 mesi sarebbe caduto da un’altezza di tre metri mentre era in casa con la baby sitter. Soliera (Mo) 31 Maggio 2022. ANSA /ELISABETTA BARACCHI

 

Ha confessato di essere stata lei a gettare dalla finestra il piccolo che accudiva.

Monica Santi, la babysitter di 32 anni arrestata martedì a Soliera (Modena), durante l’udienza di convalida ha sostanzialmente ammesso le proprie responsabilità.

Un fatto legato, avrebbe spiegato, ad un profondo malessere psicologico. Sarà disposta una perizia psichiatrica.

Si trova in carcere a Modena, accusata di tentato omicidio. Il piccolo invece rimane ricoverato all’ospedale Maggiore di Bologna, in prognosi riservata.

    Francesca Neri avvocato della babysitter di 32 anni, arrestata martedì a Soliera (Modena), accusata di avere buttato il bambino che accudiva da 3 metri di altezza, a Modena, 3 giugno 2022.
    ANSA/ELISABETTA BARACCHI

       

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Lascia una Replica

      Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *