L’ITALIA 3.0 DELLA RACCHETTA PRENOTA IL FUTURO

 

Tra gli azzurri al secondo turno anche Arnaboldi. Fuori Bonadio e Agamenone
In serata la sentitissima sfida tra Marco Cecchinato e Luca Nardi

 

 

Mentre la “generazione di fenomeni” guidata da Sinner e Musetti sta già spopolando nel circuito maggiore, una nuova schiera di azzurrini è pronta ad affiancarsi ai loro giovanissimi colleghi. Al primo turno dell’Emilia-Romagna Tennis Cup, torneo ATP Challenger 125 organizzato da Master Group Sport in collaborazione con la Regione Emilia-Romagna sui campi del Tennis Club President a Montechiarugolo (Parma), Giulio Zeppieri e Flavio Cobolli si proiettano al secondo turno, confermandosi in rampa di lancio nel pieno della stagione 2022.

RIMONTA ZEPPIERI, MAGER FUORI – Il 21enne di Latina Zeppieri ha avuto in sorte un incontro d’esordio molto complesso, una sfida tutta tricolore contro Gianluca Mager, sceso un po’ in classifica quest’anno ma a ridosso tra i primi 60 al mondo appena tre anni fa. Le prevedibili difficoltà si sono avverate anche in campo, e “Zeppo” ha dovuto rimontare un set di svantaggio, pagando un brutto passaggio a vuoto sul 5-5 nel primo set. Ma il talentuoso mancino non si è scomposto, ed ha fatto valere una perfetta gestione mentale del match, aspetto su cui è migliorato visibilmente da alcuni mesi a questa parte, dopo l’avvento del nuovo coach Giuseppe Fischetti. Gli exploit di Roma e del Roland Garros, a tal proposito, non sono certo un caso. “Sono stato bravo ad alzare piano piano il mio livello durante il match – ha commentato a caldo “Zeppo” -. Sto lavorando tanto con il mio team per migliorare l’approccio alla partita, sicuramente aver giocato tornei importanti come il Roland Garros ha aumentato la mia fiducia e mi aiuta a crescere e migliorarmi”.
Mentre Zeppieri rimetteva in ordine i cocci del primo parziale scivolato via e saliva in cattedra con il passare del tempo, Mager si smarriva in un numero sempre più alto di errori e, nel terzo set, dopo un lunghissimo game perso sull’1-1, ha sciolto le briglie lasciandosi condizionare dal nervosismo fino al 57 63 62 conclusivo. “Il President per me rappresenta un luogo speciale – ci confida Zeppieri – dal momento che la mia carriera professionistica di fatto è iniziata qui. Tre anni fa, in uno dei miei primissimi Challenger, riuscii a sconfiggere Paolo Lorenzi e da lì giunsi fino alle semifinali: ricordo le tribune piene di pubblico e tanto affetto nei miei confronti, se sono cresciuto così è anche merito di quel torneo…”.

 

COBOLLI AVANZA IN TRE SET – Flavio Cobolli a sorpresa si ritrova dall’altra parte della rete un avversario inaspettato: non la testa di serie numero 3 e 85 del mondo Hugo Dellien, costretto al forfait a causa di un infortunio, ma Andrej Martin, ripescato come lucky loser dopo la sconfitta nel turno decisivo delle qualificazioni. Il romano doma lo slovacco con le sue armi, senza una prova appariscente ma gestendo nel migliore dei modi la risposta al servizio (in totale saranno
sei i break realizzati). Maggiori le difficoltà al servizio, e vistoso il calo nel secondo set, ma Cobolli sa quando aprire il gas e nel terzo set parte forte (3-0) per poi chiudere con il punteggio di 63 46 62. La sua prestazione odierna conferma la crescita graduale del 2022, in cui è giunta la prima vittoria in un Challenger a Zadar e la prima partecipazione ad un tabellone principale di un Master 1000 a Roma.

 

IL RESTO DEL PROGRAMMA – Nel rimanente programma del primo turno dell’Emilia Romagna Tennis Club il bilancio delle teste di serie rimane in chiaroscuro, con quattro di esse già eliminate al debutto: oltre Dellien e il numero 1 Coria, sconfitto ieri da Galan, salutano Parma i due spagnoli, rispettivamente numero 6 e 7 del seeding, Roberto Carballes Baena e Bernabe Zapata Miralles, sconfitti rispettivamente dai qualificati Nicholas David Ionel e Jozef Kovalik. Tra gli italiani supera il primo turno Andrea Arnaboldi (62 76 su Gombos), mentre si arrendono Riccardo Bonadio (62 62 per Etcheverry) e Franco Agamenone. Quest’ultimo, salito alla ribalta dopo un 2021 spettacolare che lo ha visto scalare quasi 550 posizioni nel ranking ATP, ha alzato bandiera bianca con un duplice 6-3 a favore del croato Borna Coric, ex numero 12 al mondo, altro elemento di spicco del Challenger parmense.
Infine in orario serale si disputerà il big match tra Marco Cecchinato, ex numero 16 al mondo e semifinalista al Roland Garros nel 2018, e Luca Nardi, diciottenne considerato una delle speranze più brillanti del tennis italiano.

 

OP_15.06.2022

È possibile acquistare i biglietti all’interno del Tennis Club President, presso tutti i punti vendita del circuito Vivaticket e sul sito Vivaticket.com al seguente link www.vivaticket.com/it/tour/emilia-romagna-tennis-cup/3027

Domenica 12 giugno (Qualificazioni) Ingresso gratuito
Da lunedì 13 a giovedì 16 (1° turno, 2° turno, Ottavi) €15,00
Venerdì 17 (QF) €20,00
Sabato 18 (SF e Finale Doppio) €25,00
Domenica 19 (Finale Singolare) €30,00
Under 4 gratuito (senza posto assegnato) | under 12 ridotto 30%
Abbonamento sabato 18 e domenica 19 giugno €45,00

Per rimanere aggiornati su risultati, tabelloni e ordine di gioco dell’Emilia-Romagna Tennis Cup: www.emiliaromagnatenniscup.com

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.