Qualcuno doveva dirlo. Stiamo parlando di pizza. Sì, con tutti i problemi che… Ok, è vero, ma la pizza tiene banco e ci mancherebbe altro: siamo fatti della stessa sostanza di cui è fatta la pizza, non lo sapevate? Certamente avrete seguito la bagarre tra Flavio Briatore e Gino Sorbillo, pizza per ricchi vs pizza per tutti. Ora, a dare un punto di vista che non prende di mira il prezzo ci pensa Roberto Parodi, fratello della più note Benedetta e Cristina, giornalista e scrittore. In video postato su Instagram attacca: “Mi vedo costretto a dare il mio parere su questa pizza al Pata Negra che vende a 65 euro. Bufera di commenti, “il costo, “il prezzo”, “quanto deve costare una pizza”. Non è questo il punto: il punto è che una pizza con il Pata Negra NON SI FA. NON SI FA. Non è che se un cibo costa tanto lo posso sbattere dappertutto. Questa pizza è l’apoteosi della burinata. Piuttosto la dice lunga sul pubblico a cui si rivolge Briatore. Degli zanza ossessionati dal far vedere che non sono poveri. Che possono comprare una pizza con 60 euro. Ma cos’è: vuoi fare il ricco con 60 euro? Manco un pieno alla Panda fai oggi con 60 euro! Invece fai la figura del cafone perché se sapessi davvero che cos’è il Pata Negra, l’ultima cosa che fai è metterlo sulla pizza”. E ancora, qualche parola sulla delizia Pata Negra, che va gustato “in purezza” o comunque non certo sopra la pizza: “Jamón Ibérico Pata Negra Bellota etichetta nera: una storia millenaria che ti impone di gustarlo con rispetto e alla giusta temperatura, apprezzandone il grasso con quel tenue aroma di ghianda. Aromi delicatissimi. E tu me lo butti sulla pizza?! Ho un suggerimento: mettigli un po’ di beluga, 40 euro. Gran figura! Però prima vai su Wikipedia a cercare “beluga””.

 

 

fonte @ilFattoQuotidiano

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.