PARMA – Nei fine settimana di luglio e agosto si sta svolgendo online il congresso annuale dei Testimoni di Geova. Il tema dell’evento in corso in tutto il mondo è “Cercate la pace”. Vi stanno assistendo tra i 15 e i 20 milioni di persone inclusi gli oltre 2.000 fedeli e simpatizzanti della provincia.

 

Uno dei momenti più attesi è il battesimo dei nuovi fedeli per immersione totale in acqua. La cerimonia segue il modello descritto nei Vangeli del battesimo di Gesù, che si immerse nel fiume Giordano

 

Per ragioni di cautela sanitaria battesimi sono stati organizzati in piscine private, al mare, nei fiumi o nei laghi rispettando le norme di sicurezza. A battezzarsi non sono i bambini ma uomini e donne, giovani e anziani che, dopo avere studiato la Bibbia, hanno deciso di diventare Testimoni di Geova.  Anche nella nostra zona in diversi hanno compiuto questa scelta.

 

 

Beatrice, di 13 anni, che ha subito un lutto, racconta: “Sono cresciuta in una famiglia di Testimoni di Geova. Purtroppo, di recente ho perso mio padre. Il dolore che provo è molto grande, ma la speranza e le promesse contenute nella Bibbia confortano me e tutti i miei familiari. Anche i compagni di fede, che per me sono dei veri amici, mi stanno sostenendo molto e non mi fanno sentire sola. Aiutare gli altri a conoscere la speranza e i consigli pratici della Bibbia, mi dà sollievo e mi sta permettendo di superare questo trauma”.

 

Lo scorso anno i nuovi battezzati in Italia sono stati 3.152, nel mondo 171.393. Tutti sono invitati a seguire l’evento dal sito jw.org, o tramite l’applicazione gratuita JW Library, nella sezione JW Broadcasting, oppure su varie piattaforme di streaming. Il programma è gratuito e non è richiesta alcuna registrazione.

 

Per maggiori informazioni si può visitare il sito ufficiale dei Testimoni di Geova, jw.org.

 

 

 

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.