‘La responsabilità del massacro è di Zelensky’. Lo dichiara il portavoce del Ministero della Difesa russo Igor Konashenkov

 

In una foto da Twitter il presidente ucraino Volodymyr Zelensky visita un ospedale dove sono ricoverati i “difensori” ucraini feriti durante i combattimenti, KIev, 29 luglio 2022. ANSA 

 

E’ di 50 prigionieri ucraini uccisi e di 73 feriti gravi il bilancio dell’attacco missilistico a una struttura di detenzione preventiva vicino a Olenivka.

A dichiararlo è il portavoce del Ministero della Difesa russo Igor Konashenkov durante un briefing.

 

”L’attacco degli occupanti a Olenivka è un deliberato crimine di guerra dei russi, un deliberato omicidio di massa di prigionieri di guerra ucraini. Più di cinquanta morti…Ogni occupante che abusa degli ucraini, che tortura e uccide, dovrebbe sapere che ci sarà una punizione per questo. Anche se alcuni degli assassini russi sperano che non vengano assicurati alla giustizia, che si nascondano da qualche parte, fateglielo sapere: saranno comunque ritenuti responsabili. Geografia, tempo, confini e muri non fermeranno una giusta punizione. Ci dovrebbe essere un chiaro riconoscimento legale della Russia come stato terrorista. La Russia ha dimostrato con numerosi attacchi terroristici di essere la più grande fonte di terrorismo nel mondo oggi. Questo è un fatto. Gloria eterna a tutti coloro che distruggono gli invasori!”, è quanto dice il presidente ucraino Volodymyr Zelensky in un video messaggio, 29 luglio 2022. TELEGRAM ZELENSKY 

 

“Secondo le informazioni aggiornate al 30 luglio, 50 ucraini sono stati uccisi in un attacco missilistico. I resti di 48 prigionieri di guerra ucraini sono stati trovati e recuperati da sotto le macerie”. “Altri due prigionieri di guerra ucraini – spiega – sono morti per le gravi ferite riportate mentre venivano trasportati in una struttura medica. Un totale di 73 prigionieri di guerra ucraini con gravi ferite sono stati portati in strutture mediche. È stata fornita loro l’assistenza medica necessaria”.

Mosca rinnova l’accusa a Kiev di essere l’autore del bombardamento: “Tutta la responsabilità politica, criminale e morale per il sanguinoso massacro degli ucraini è personalmente del presidente ucraino Volodymyr Zelensky, del suo regime criminale e di Washington che li sostiene”, ha dichiarato Konashenkov.

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *