Già 95 i veicoli (tra questi addirittura un camper), portati nei centri di conferimento.

Pienamente operativo il Corpo di Polizia Locale nel contrasto dell’abbandono di veicoli sulle strade pubbliche. Un fenomeno, purtroppo diffuso in tutte le zone di Parma che vede tra le cause più frequenti la scomparsa del titolare del mezzo, per morte o più spesso per irreperibilità o non presente sul territorio nazionale.

I veicoli abbandonati, oltre a sottrarre posti auto alla collettività, sono veri e propri indicatori di degrado, divenendo ricettacoli di rifiuti e, a volte, anche un pericolo sia dal punto di vista ambientale (le auto contengono olii altre componenti infiammabili ) che per l’incolumità degli utenti deboli della strada.

Il Nucleo Proiezione esterna del Comando di Strada del Taglio ha esperito una gara d’appalto individuando un soggetto specializzato che sulla base di controlli esterni, anche a seguito delle segnalazioni ricevute tramite il canale Comuni-Chiamo, istituito dell’Amministrazione Comunale e a disposizione della cittadinanza tramite app gratuita, ha provveduto al recupero e al conferimento ai centri di raccolta autorizzati di ben 81 veicoli che risultavano in stato di abbandono.

Gli agenti si sono occupati anche di un Camper, di 10 motoveicoli e di 3 vetture con targa straniera. In  zona Montanara, e nei quartieri San Leonardo e San Lazzaro sono stati ritrovati il maggior numero di veicoli abbandonati.

In aggiunta alle verifiche sui veicoli a motore, il Comando effettua regolarmente anche un servizio di raccolta velocipedi abbandonati e privi di parti essenziali per la circolazione. Dall’inizio dell’anno sono state un centinaio le biciclette rimosse, in ausilio con la ditta IREN, che collabora ai prelievi con autocarro e operatori dedicati.

“Una percezione di regolarità e una maggior sicurezza stradale si ottengono anche liberando le strade dai veicoli abbandonati che spesso sono delle piccole bombe ambientali. Naturalmente il mio ringraziamento va al personale del Corpo di Polizia Locale, per il loro impegno in questo tipo di controlli, e ai cittadini che dimostrano partecipazione e vicinanza al decoro pubblico attraverso le loro segnalazioni. E’ bene sottolineare, come ulteriore risvolto positivo di questa campagna, che questo servizio non incide in alcun modo sulle casse comunali.” Vuole sottolineare l’Assessore alla Legalità Francesco De Vanna

“Per tutti gli 81 mezzi sono state applicate le norme del Testo Unico Ambientale che colgono situazione di veicoli in palese stato di abbandono, fuori uso o privi di parti essenziali alla circolazione. Agli 81 veicoli evidenziati dai controlli sul territorio in questa condizione va sommata un’altra decina di mezzi che pur mantenendo un buon stato d’uso, e quindi non destinabili a rifiuto, erano evidentemente fermi da tempo ed inutilizzati, ma soprattutto essendo privi di copertura assicurativa, ai sensi dell’art 193 del CdS, sono stati posti sotto sequestro amministrativo finalizzato alla confisca. Infine, altri quattro veicoli, che da controlli alla banca dati SIVES erano già acquisiti al Demanio e di proprietà del Custode/Acquirente, sono stati segnalati e conferiti.” Precisa il Comandante della Polizia Locale Michele Cassano.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *