Premier Kishida ne risponderà in dibattito parlamentare

 

 

– A commemorazione ultimata, il governo del Giappone intende fare chiarezza sui costi dei funerali di Stato organizzati per l’ex premier Shinzo Abe, assassinato lo scorso 8 luglio: funerali costati, secondo le ultime stime, circa 1.600 miliardi di yen (16 milioni di euro) e oggetto di contestazioni e di una spaccatura nell’opinione pubblica.

Circa 4.200 persone hanno partecipato ieri alla cerimonia funebre nell’arena del Budokan, a centro di Tokyo, inclusi 700 dignitari e capi di stato da tutto il mondo, mentre lunghe code di cittadini si formavano per offrire omaggi floreali al premier più longevo del Paese.

Ma l’evento ha sollevato anche molte proteste tra i residenti della capitale, dove si stima che circa 15.000 persone fossero presenti per una marcia organizzata attorno al palazzo del Parlamento, per manifestare la propria disapprovazione.

Il capo del governo conservatore, Fumio Kishida, a lungo ministro degli Esteri durante la seconda amministrazione Abe tra il 2012 e il 2017, intende adesso spiegare al pubblico i motivi della cerimonia di stato e fornire una revisione aggiornata dei costi.

Il mese prossimo verrà inoltre tenuta una sessione straordinaria in Parlamento, durante la quale è previsto un dibattito sulla manifestazione annunciata da Kishida a pochi giorni dell’assassinio dell’ex premier. Sia i membri dell’esecutivo che dell’opposizione concordano sul fatto che è necessario stabilire linee guida per le esequie di Stato.

 

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *