Arrivati 78.200 vaccini adattati alle ultime varianti: le somministrazioni dal medico di famiglia, oltre che nei centri vaccinali e nelle farmacie che hanno aderito alla campagna vaccinale

 

 

 

Anche a Parma e provincia è già disponibile il nuovo vaccino bivalente, adattato anche contro le varianti Omicron 4-5 del Coronavirus. Si tratta di circa 78.200 dosi, consegnate nei giorni scorsi dopo l’approvazione da parte delle autorità europee (Ema) e nazionali (Aifa).

Il nuovo vaccino, così come quello già in uso contro la variante Omicron 1, è somministrato per le dosi di rinforzo (“booster”), mentre per il ciclo primario (prima e seconda dose) si continua ad utilizzare la tipologia di vaccini precedenti.

I vaccini contro le varianti Omicron 1 e 4-5 sono destinati alla seconda dose di richiamo per tutti i cittadini dai 12 anni che richiedano un appuntamento vaccinale, purché abbiano già ricevuto la prima dose di richiamo da almeno 120 giorni.

Il loro utilizzo, tuttavia, è prioritariamente raccomandato per tre categorie.

Come secondo richiamo (quindi quarta dose) per tutti i sessantenni e oltre e per le persone dai 12 anni in su con elevata fragilità motivata da patologie concomitanti/preesistenti; per gli operatori sanitari, gli ospiti e operatori delle strutture residenziali e le donne in gravidanza. In tutti i casi devono essere passati almeno 120 giorni dal primo richiamo.

Come prima dose di richiamo (quindi terza dose) a favore dei soggetti di età uguale o maggiore di 12 anni che non l’abbiano ancora ricevuta, indipendentemente dal vaccino utilizzato per il completamento del ciclo primario; sempre a condizione che sia trascorso un intervallo minimo di 120 giorni dal completamento del ciclo primario.

Infine, come seconda dose di richiamo, dietro valutazione e giudizio clinico specialistico, ai soggetti con marcata compromissione della risposta immunitaria, per cause legate alla patologia di base o a trattamenti farmacologici e ai soggetti sottoposti a trapianto emopoietico o di organo solido, che hanno già ricevuto un ciclo primario di tre dosi (ciclo primario standard più dose addizionale a distanza di almeno 28 giorni dall’ultima dose) e una successiva prima dose di richiamo, a distanza di almeno 120 giorni da quest’ultima. Di fatto, per questa categoria di persone si tratta della quinta dose.

DOVE FARE IL VACCINO

Le somministrazioni sono assicurate dai medici di medicina generale, sia presso i propri studi sia presso il domicilio dell’assistito per i casi comprovati. A Parma e provincia i professionisti che hanno aderito alla campagna vaccinale sono circa il 72% del totale.

Le vaccinazioni continuano anche nei centri vaccinali dell’Ausl, su prenotazione con le consuete modalità: al numero verde 800 60 80 62 (attivo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 16), agli sportelli CUP dell’Azienda Usl, su CupWeb per chi ha attivato il Fascicolo sanitario elettronico.

Inoltre, le dosi booster possono essere somministrate anche nelle farmacie che hanno aderito alla campagna. L’elenco aggiornato è disponibile al link https://salute.regione.emilia-romagna.it/vaccinazioni-anti-covid-in-farmacia/farmacie-aderenti

Per sottoporsi alla quinta dose occorre la certificazione del medico di medicina generale o dello specialista che attesti la particolare condizione di salute sopra citata

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *