È stata un grande festa quella che si è svolta oggi per celebrare il 75° anniversario della fondazione dell’Associazione Nazionale Marinai d’Italia sezione di Parma intitolata al capitano medico e medaglia d’Argento al Valor Militare Cesarino Gatta.

La giornata ha preso avvio, verso le 10.30 con l’assembramento dei partecipanti in piazza della Pace ed ha visto la presenza delle Associazioni combattentistiche e d’arma della città, delle province emiliane, Lombardia, Veneto e Calabria.

Per l’Amministrazione comunale era presente il Presidente del Consiglio Comunale, Michele Alinovi, con lui il Prefetto, Antonio Lucio Garufi, il Comandante Provinciale dei Carabinieri, Colonnello, Pasqualino Toscani, il Capitano di Vascello Leonardo Merlini, in rappresentanza del Comando Marina Nord di La Spezia e l’Ammiraglio di squadra Walter Girardelli, già Capo di Stato Maggiore della Marina Militare.

I partecipanti hanno percorso via Melloni, via Cavour ed hanno raggiunto i Portici del Grano del Comune preceduti dalla fanfara della Marina Militare del Presidio Comando Marittimo Nord di La Spezia, diretta dal Maestro 1° Luogotenente Vito Ventre. Dopo la deposizione di una corona d’alloro al monumento ai Caduti del Mare, sotto i Portici del Grano, è seguita l’esibizione della fanfara.

Hanno fatto gli onori di casa il Presidente ANMI, sezione di Parma, Francesco Piermarini, ed il Presidene Emerigo, Emilio Medioli.

Il Presidente ANMI, sezione di Parma, Francesco Piermarini, ha ringraziato Comune e Fondazione Monte Parma per il sostegno. Il Presidente del Consiglio Michele Alinovi ha rimarcato: “E’ motivo d’orgoglio per il Comune e per la città celebrare il 75° anniversario della fondazione di ANMI Parma”. Ha ricordato come le forze armate siano importanti anche per la società civile, impegnate nelle missioni di pace ed in quelle ambientali. Il Capitano di Vascello Leonardo Merlini ha ricordato la figura di Cesarino Gatta, medaglia d’Argento al Valor Militare, che si immolò per portare aiuto ai militari feriti. “Resta un esempio per noi e per le nuove generazioni – ha detto”. Alla cerimonia ha presenziato anche il nipote di Cesarino Gatta, Luciano Gatta.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *