L'incoronazione di Re Carlo guarda alla modernità, addio abiti tradizionali: tutto quello che cambierà

L’incoronazione di Re Carlo guarda alla modernità, addio abiti tradizionali: tutto quello che cambierà© Fornito da Rumors.it

Dopo la morte della Regina Elisabetta, il trono del Regno Unito è passato nelle mani del figlio Carlo III e di sua moglie, Camilla, dall’8 settembre 2022, la data in cui è venuta a mancare l’amata sovrana, che per anni ha governato il suo popolo. L’incoronazione di Re Carlo III e della Regina Consorte Camilla avverrà, molto probabilmente, il 3 giugno 2023. Ma, a differenza delle precedenti incoronazioni, ci saranno dei cambiamenti notevoli.

LEGGI ANCHE > Re Carlo III verrà incoronato il 3 giugno, una data simbolica per la monarchia: ecco perchè

Re Carlo incoronazione: quando sarà e come cambierà

In primo luogo, la cerimonia non durerà tre ore come nel caso della Regina Elisabetta o dei sovrani precedenti, bensì soltanto un’ora. La cerimonia sarà più esclusiva: infatti gli invitati saranno duemila e non ottomila. Anche il dresscode cambia: non vedremo strascichi di velluto, manti di ermellino e lunghezze medievali degli abiti femminili, ma dei più semplici lounge suits, al posto delle loro coronation robes. Forse, non vedremo nemmeno le tradizionali sedie in velluto per il nuovo Re.

LEGGI ANCHE > Nuova foto ufficiale per Re Carlo III con Camilla, Kate e William: il dettaglio insolito

Insomma, l’attesissima incoronazione cambierà degli aspetti sotto il punto di vista formale, ma dal punto di vista sostanziale rimarrà immutata. Cambiamenti formali che riflettono e stanno al passo di un mondo che cambia e che progredisce con il passare del tempo. Si rispetteranno comunque le tradizioni che provengono dal lontanissimo re Carlo Magno, anche se la cerimonia sarà un po’ più “snella”, d’altronde come la nuova monarchia.

LEGGI ANCHE > Arrivano le prime monete con Re Carlo: svelata la nuova effigie

Re Carlo III e Regina Consorte Camilla incoronazione: come si svolgerà?

Alcuni aspetti fedeli alla tradizione rimarranno invariati anche all’incoronazione di Re Carlo III e della Regina Consorte Camilla: il giuramento della corona, l’atto solenne dell’incoronazione e l’unzione con olio consacrato. Una parvenza di modernità c’era stata anche all’incoronazione di Vittoria, che nel 1838, aveva detto: “La Regina che resistette per cinque ore sotto il peso di una corona di sette libbre volle abolita la cerimonia del bacio, con cui tutti i pari del regno salutavano il re il giorno della incoronazione: Questi baci di 600 uomini la spaventavano”.

fonte @Rumors.it

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *