Vegetariano il 9% degli italiani, vegano l’1,3%

(ANSA) – ROMA, 31 OTT – Una giornata che ha l’intento di ‘onorare il veganesimo’ ma punta anche al dialogo attivo con onnivori o vegetariani (che a differenza dei vegani consumano anche latticini e uova) sulle loro abitudini di consumo e sui vantaggi di un’alimentazione puramente vegetale.È il Veg Day, giornata mondiale del veganismo, che si celebra oggi  primo novembre, in diversi Paesi del mondo. Secondo i più recenti dati Eurispes, il 5,4% degli italiani, circa uno su venti, dichiara di aver intrapreso la scelta vegetariana.

Questo dato – lievemente al di sotto della media degli ultimi 9 anni, dal 2014 al 2022 (5,9%) – mostra un piccolo calo rispetto allo scorso anno (-0,4%). A questi, si aggiungono un 9,7% di persone che pur non essendolo più, vantano un passato da vegetariane. Mentre l’1,3% si dichiara vegan. I prodotti a loro dedicati, però, si stimano in crescita, anche per la curiosità di chi vuole solo sperimentare. Un’onda montante, non piu’ solo a misura di animalisti. In Italia vegetariani e vegani sono infatti il 9% circa dei consumatori. Su Uber Eats nel 2021 gli ordinativi vegani sono cresciuti del 165% rispetto all’anno precedente ed e’ l’hamburger veg il piatto piu’ consegnato. Gli studi scientifici confermano, d’altra parte, sempre più che un’alimentazione povera di carne potrebbe avere un effetto protettivo per la salute, ad esempio proteggere dal cancro.

Questo è quanto emerge da uno studio pubblicato sulla rivista BMC Medicine nel febbraio scorso, che fissava il massimo consumo di carne a settimana in cinque porzioni. Il dibattito resta sempre aperto, però, specie per quanto riguarda l’alimentazione vegana nei bambini. (ANSA).

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *