Un giovane di 25 anni avrebbe aggredito, violentato e rapinato una giovane nel centro storico di Firenze, queste le accuse rivolte ad un cittadino gambiano rintracciato e arresto dai carabinieri nel parco delle Cascine. L’arresto è avvenuto nel pomeriggio del 18 Gennaio, dopo una ricerca durata due settimane, su richiesta della procura di Firenze.

Le indagini condotte dal 12 al 27 Dicembre scorsi, avrebbero consentito di raccogliere gravi elementi indiziari a carico di un 25enne gambiano, già noto alle forze dell’ordine, che si sarebbe reso responsabile di una violenza sessuale e di una rapina aggravata ai danni di una 28enne ucraina alle 5 dell’11 Dicembre scorso, in via Tornabuoni.

Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, la donna, mentre rincasava da sola dopo una serata trascorsa in vari locali con la propria comitiva, sarebbe stata avvicinata nel tragitto dall’indagato che, ne avrebbe sfruttato la vulnerabilità psico-fisica e l’avrebbe trascinata con la forza in spalla in una nascosta area di cantiere, non visibile ad eventuali passanti sulla pubblica via. Qui l’indagato l’avrebbe costretta a subire un rapporto sessuale e, dopo averle sottratto l’Iphone per impedirle di chiedere aiuto, si sarebbe dileguato a piedi lasciandola tramortita, in uno stato di incoscienza, costringendola a ricorrere in seguito alle cure mediche dell’Ospedale Careggi.

Le indagini sono partite in seguito alla denuncia della donna ai carabinieri di Santa Maria Novella ed è risultato utile l’esame della videosorveglianza urbana, grazie alla quale è stata ricostruita integralmente la presunta dinamica delittuosa, offrendo uno spunto determinante per il prosieguo delle indagini.

Sono scattate le ricerche e l’indagato è stato rintracciato nel Parco delle Cascine e trasferito a Sollicciano con l’accusa di violenza sessuale e di rapina.

(Fonte: Toscanamedianews.it)

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *