Ogni giorno avvengono migliaia di terremoti. Perlopiù si tratta di vibrazioni impercettibili, ma i sismi di maggiore entità provocano gravi distruzioni, come il crollo del ponte a Taiwan, causato da un terremoto di magnitudo 6,8 che a settembre 2022 inflisse ingenti danni su tutto il Paese.

I terremoti, chiamati anche sismi, possono essere così terribilmente distruttivi che è difficile immaginare che se ne verifichino a migliaia ogni giorno in tutto il mondo, generalmente sotto forma di tremori. Nella maggior parte dei casi le scosse sono così lievi da risultare impercettibili per l’uomo.

Di tanto in tanto però, si verificano dei potenti movimenti tellurici. Il più recente è il terremoto di magnitudo 7,8 che ha colpito il sud della Turchia e la Siria il 6 febbraio 2023 che – come riporta Reuters – gli scienziati hanno dichiarato essere probabilmente uno dei più letali di questo decennio: le vittime ufficiali del sisma sono oltre 8.700 ma i numeri sono destinati a crescere durante le ricerche tra le macerie di migliaia di edifici crollati in entrambi i Paesi.

L’80% circa di tutti i terremoti del pianeta si verificano lungo il bordo dell’Oceano Pacifico, chiamato “Anello di fuoco”, in quanto caratterizzato da un’intensa attività vulcanica, oltre che sismica. La maggior parte dei terremoti si verificano nelle zone di faglia, dove le placche tettoniche – le grandi lastre di roccia che costituiscono lo strato superiore della Terra – si scontrano o scivolano l’una contro l’altra.

Questi impatti solitamente sono graduali e impercettibili in superficie; tuttavia, tra le placche si può accumulare un’elevatissima tensione, che quando viene rilasciata produce potenti vibrazioni, chiamate onde sismiche, che attraversano la roccia spesso per centinaia di chilometri raggiungendo la superficie. Altri terremoti possono verificarsi lontano dalle zone di faglia quando le placche si allungano o si comprimono.

(Fonte: Nationalgeographic.it)

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *