La storia di Alma Rosè, violinista che diresse l’orchestra nel campo di concentramento di Auschwitz; un grand tour attraverso i teatri lirici di tutta Italia; la storia musicale e politica di Nina Simone; e, infine, le memorie del grande violoncellista David Geringas: sono i temi dei libri che verranno presentati nell’ambito della rassegna “Parole da ascoltare 2024”, ciclo di incontri-concerto a ingresso gratuito organizzati dal Conservatorio di Musica “Arrigo Boito” di Parma. La nona edizione della rassegna, finalizzata a presentare le novità editoriali in campo musicale, prevede quattro appuntamenti dal 27 gennaio al 6 aprile 2024, che si terranno il sabato pomeriggio alle 17.00 nell’Auditorium del Carmine di Parma (Via E. Duse, 1/a). I libri saranno presentati dai loro autori che dialogheranno con i docenti del Conservatorio di Parma e ogni incontro sarà accompagnato dall’esecuzione di musiche a tema, affidate agli allievi dell’Istituto di Alta Formazione Artistica e Musicale parmigiano.

La rassegna si apre sabato 27 gennaio, in occasione del Giorno della Memoria, con la presentazione del libro di Ellie Midwood, La violinista di Auschwitz. Saranno i violoncellisti Pietro Serafin e Michele Ballarini a raccontare al pubblico la storia di Alma, detenuta ad Auschwitz che, grazie al ruolo di direttrice dell’orchestra del campo, riuscì a strappare molte delle sue orchestrali dalle grinfie della morte. Musiche di Fanny Mendelssohn, F. Schubert e J. S. Bach saranno interpretate dall’Orchestra d’archi del Conservatorio diretta da Carla Delfrate e dal Quartetto Elisa Pegreffi. Sabato 10 febbraio 2024, la rassegna ospiterà Alberto Mattioli, giornalista de «La Stampa», «Amadeus» ed esperto di teatro musicale, che presenta il suo libro Gran Teatro Italia. Viaggio sentimentale nel paese del melodramma. Esplorando i teatri lirici nazionali e i loro riti, l’autore offre una prospettiva inedita per osservare e cercare di comprendere l’Italia. Segue il concerto con musiche del repertorio lirico interpretate dalle classi di Canto del Conservatorio di Parma. Per la Festa della Donna, sabato 9 marzo Gianni Del Savio racconterà la storia di una delle più grandi interpreti jazz del Novecento, presentando il suo libro Nina. La storia musicale e politica di Nina Simone. A seguire il concerto degli studenti delle classi di Canto Jazz e Canto Pop del Conservatorio. La rassegna si conclude sabato 6 aprile con uno dei più grandi violoncellisti viventi, David Geringas, con il suo libro autobiografico Non dirlo a nessuno. Memorie di un violoncellista, una vivace testimonianza sulla storia contemporanea, che allo stesso tempo offre spunti preziosi sull’arte di suonare il violoncello. Nell’occasione si ascolterà un concerto degli studenti delle classi di Violoncello e Musica d’insieme del Conservatorio.

Parole da ascoltare è una rassegna organizzata dai proff. Donatella Saccardi e Michele Ballarini. L’ingresso è gratuito. Per informazioni: www.conservatorio.pr.it.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *