È stata presentata la nuova Struttura Operativa Inclusione del Comune di Parma, dedicata al supporto delle persone con disabilità e alle loro famiglie. Nata negli scorsi mesi, la nuova SO si compone di un team di 10 persone, che si occupano principalmente di: supporto nell’ingresso lavorativo, interventi sull’abitare indipendente, monitoraggio dei servizi socio sanitari, supporto alle funzioni genitoriali e coordinamento degli interventi sociali multi professionali.

In questi mesi la nuova struttura ha ottenuto risultati significativi, fra cui: l’erogazione di misure a sostegno dei caregiver è aumentata del +175%, passando da 20 famiglie nel 2022 a 55 nel 2023. Queste misure comprendono anche interventi a domicilio, supporto educativo e consulenza psicologica. Gli assegni di cura emessi hanno registrato un aumento del +32%, passando da 117 a 155. Gli assegni di cura rappresentano un importante supporto economico per le persone con grave disabilità che risiedono nel proprio domicilio. Il numero di persone supportate attraverso progetti sociali attivi nel corso dell’anno è aumentato di 50, passando da 887 nel 2022 a 937 nel 2023.

Di particolare rilevanza è evidenziare che la Struttura Operativa ha ricondotto al suo interno anche tutta la tematica dei minori con disabilità e l’area dedicata agli inserimenti lavorativi, in precedenza gestita in strutture più ampie e non dedicate a rispondere a questi fabbisogni.

“La nascita di questa nuova struttura rappresenta un cambio di passo strategico che questa amministrazione compie per un supporto più operativo e concreto alle persone con disabilità e alle loro famiglie. Questa struttura lavorerà in maniera trasversale con molti settori, per rispondere con tempestività ed efficienza ai bisogni concreti” ha commentato Ettore Brianti, Assessore alle Politiche Sociali, intervenuto nella conferenza stampa di presentazione insieme a Patrizia Vaccari, responsabile Struttura Operativa Inclusione Persone con Disabilità.

Oltre agli importanti risultati già ottenuti, grazie a questa nuova struttura il Comune di Parma avvierà un corso formativo per le baby sitter iscritte all’albo, mirato a migliorare il loro servizio per bambini con disabilità. Questo corso fa parte di un progetto più ampio di sostegno alle famiglie con bambini disabili, che includerà l’apertura di uno spazio chiamato La Ginestra presso il Centro per le Famiglie a partire da aprile 2024. La Ginestra fornirà supporto, informazioni e consulenza alle famiglie, offrendo anche un punto d’incontro per i genitori.

A partire da gennaio, inoltre, è stato avviato un progetto per erogazione di assegni di cura per caregiver di bambini con autismo, finanziati dal Fondo Autismo e che coinvolgerà 50 famiglie fino a giugno.

(Fonte: Comune.parma.it)

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *